Fabri Fibra in Vip In Trip, Controcultura (2010)

Più vuoi e meno avrai, più dai e meno prendi
Prima lo si impara, poi "Pa pa para para pa pa para"
Più sogni e meno fai, più fai e meno sogni
Prima lo si impara, poi "Pa pa para para pa pa para"
Rapper italiani che "Perepè qua qua, qua qua perepè"
Politici italiani che "Perepè qua qua, qua qua perepè"
________________________________________________________________

PROPOSTE di RIFORME STRUTTURALI per l'ITALIA

1) Legge contro i conflitti di interessi del Premier vs Riforma giustizia.

2) Legge Anticorruzione per garantire legalità in Parlamento vs Lodo Alfano.

3) Nuova Legge Elettorale e ritorno alle preferenze per la scelta dei candidati.

4) Incentivare le aziende a produrre in Italia invece di delocalizzare all'estero.

5) Incentivare gli investimenti esteri in Italia.

6) Banda Larga e Wifi Libero vs Grandi Opere (Tav e Ponte sullo stretto).

7) Ricerca e Incentivi pubblici per le Energie Rinnovabili vs Centrali nucleari.

8) Liberalizzazione effettiva dei servizi pubblici (trasporti, energie, telecomunicazioni, ecc..).

9) Maggiori contributi statali alle Università Pubbliche.

10) Creazione di Centri di Eccellenza per la Ricerca Scientifica di Base con incentivi per i finanziamenti privati.

_______________________________________________________________________________________

Il nostro bel paese!

Media largamente controllati dal nuovo Duce; magistratura sotto attacco; organi di garanzia, a cominciare dalla stessa Presidenza della Repubblica per passare dall'Agicom, intimiditi; università private di fondi e sottoposte a uno scandaloso bombardamento denigratorio ... le cupe prospettive di un paese sull'orlo della dittatura!!!
Questo NON è il quadro politico di un paese sudamericano, ma è la situazione attuale della nostra Italia!!!
Nel nostro bel paese si sta a poco consolidando un nuovo regime autoritario che si sta consolidando attraverso
il raggiugimento dei seguenti obiettivi:
1) la concentrazione del potere nelle mani di una sola personalità politica, cioè quella del premier;
2) la verticalizzazione del potere che si sta seminando anche per la stagione del post Berlusconi;
3) il lavoro che si sta compiendo per arrivare ad un Capo dello Stato eletto dal popolo e ad un Parlamento ratificatore dei voleri della maggioranza;
4) l'eliminazione dei contrappesi costituzionali;
5) continuo ricorso dal governo alla Fiducia per la votazione delle Leggi alla Camera e al Senato con la conseguente rinuncia al dibattito e al confronto parlamentare con l'opposizione
6) la distruzione dell'indipendenza della magistratura e la modifica della Corte costituzionale perché sia sempre più politicizzata, come del resto il Csm;
7) il controllo quasi integrale dei mezzi di comunicazione e applicazione della censura sui talk-show ritenuti "dannosi" per il premier.
8) privatizzazione di tutto ciò che è rimasto di pubblico: la difesa e la sicurezza del Paese, l'acqua, la protezione civile e soprattutto il saper.
______________________________________________________________________

venerdì 29 ottobre 2010

Bunga Bunga!


Meno male che c'è Elio ... almeno lui è riuscito a spiegarci in maniera chiara ed esaustiva il Bunga Bunga che Berlusconi ha importato dal leader libico Gheddafi.
Il Bunga Bunga è un importantissimo il rito propiziatorio per la fertilità che ci è stato raccontato da un capo di stato ... che in questo caso NON è il Berlusconi!
L'importanza della Fii.

giovedì 28 ottobre 2010

Travaglio ad Annozero il 28/10


"Il miracolo no!"
L'arriga accusatoria di Travaglio prende di mira Giudo Bertolaso direttore del dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei ministri.
Forse non tutti sanno che Bertolaso è anche sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all'Emergenza rifiuti inoltre èCommissario straordinario per le emergenze del dopo terremoto all'Aquila, dei vulcani nelle Eolie, delle aree marittime di Lampedusa, della bonifica del relitto della Haven, del rischio bionucleare, dei mondiali di ciclismo, della presidenza del G8 del 2009 e dell'area archeologica romana.
Bertolaso non è un politica, ma è solo un tecnico che però controlla una grande quantità di fondi pubblici e ha il consenso unanime del Governo Berlusconi quando decide di operare nelle aree di crisi.
Quello che è successo due anni fa a Napoli con la monnezza, si sta riproponendo a Terzigno in questi giorni.
Questo significa che il Governo Berlusconi in questi due anni ha raccontato solo balle sul suo operato in Campania per risolvere l'emergenza rifiuti.
Tutte le promesse NON sono state mantenute e ora la popolazione chiede il conto!!

Arriverà il giorno che TUTTI gli italiani si renderanno conto delle BALLE BUGIE e CAZZATE che Berlusconi e il suo Governo stanno sparando tutti i giorni in tema di economia, giustizia e legalità e solo allora il Nano di Arcore si troverà con le spalle al muro senza più nessuno che lo potrà salvare o difendere dalle proprie responsabilità!!!

Il Bunga Bunga berlusconiano


"Premesso che io sono abituato ad aiutare chi ha bisogno, parlo della spazzatura vera, non di quella mediatica.
Sono una persona di cuore e mi muovo sempre per aiutare chi ne ha bisogno".
In questo modo Berlusconi ha risposto ad Acerra a una domanda sulla presenza di minorenni nella sua villa e sull'esistenza di un'inchiesta per sfruttamento della prostituzione, in cui risultano indagati Emilio Fede, Lele Mora e la consigliera regionale del Pdl Nicole Minetti.
Il capo del governo è ritornato a uno stile di vita che rende vulnerabile la sua funzione pubblica.

mercoledì 27 ottobre 2010

Due pesi e due misure


Pagliacci dell'informazione in Onda!

“Due pesi e due misure”, questo il titolo del dibattito sulla libertà di stampa organizzato per il Pdl dal ministro dei Beni Culturali, Sandro Bondi, e da Daniela Santanchè. Ospiti i tre direttori BERLUSCONIANI.
Nella parte delle vittime del ‘regime’ con a capo: Il Fatto, Repubblica, Santoro, l’Unità, il Tg3 e perfino il Corsera.
Ricordo che all'incontro dei clown mancavano: Giuliano Ferrara, Mario Giordano, Emilio Fede, Masi, Capezzone, Mimun e tutti quegli altri che utilizzano la lingua NON per fare un'informazione corretta ed equilibrata, ma solo per fare il SERVIZIETTO al proprio capo (Silvio Berlusconi ndr)!!!

martedì 26 ottobre 2010

Crozza a Ballarò il 26/10

Ecco le migliori batture del comico genovese Maurizioo Crozza nella copertina di Ballarò di martedì 26 ottobre.
C'è chi piace correre, c'è chi piace andare al mare ... per esempio D'alema va in barca mentre Berlusconi sceglie l'offshore!
Lodo AlFano reiterabile (per quando Silvio diventerà papa), trasferibile (ai parenti), trasformabile (a piacimento dal Nano) e infine doubleface ... praticamente un Loden Alfan.
Gasparri senza Fini? E' come Pinocchio senza Geppetto o come Dolce senza Gabbana o come Minzolini senza lingua!
Marchionne mettiti una giacchetta, son 10 anni che hai addosso quel golfino blu marcio ...altro che Marchionne, con quel maglione ti chiamerei Maglionne!
L'Italia è scivolata al 67° posto nella classifica dei paesi corrotti ... veramente sarebbe stata al 73° posto se non avessimo corrotto il tipo che ha stilato la classifica!
Umberto Bossi ha dischiarato di essere immortale e di conseguenza ha immediatamente modificato il suo famoso motto da "C'è l'ho duro" a "C'è l'ho eterno"!

lunedì 25 ottobre 2010

Doppio brodo Alfano


KE SKIFO ... dopo la censura sulla satira, sulle notizie e sui programmi informazione come AnnoZero adesso arriva la riforma sulla giustizia ke ci allinea a livello dei peggiori regimi della storia.
In Italia se passa questa legge saremo messi peggio della Cina e della Corea del Nord!
In Italia nessuna trasmissione televisiva e nessun TG ci ha ancora informato sull'aberrante riforma della giustizia che tra poco verrà presentata in parlamento.
In realtà come spiega marco Travaglio non si tratta di una riforma sulla giustizia, ma questa proposta di legge prende di mra solo e soltanto i pubblici ministeri.
Infatti l'obiettivo della legge è di separare nettamente le carriere dei giudici con quelle dei pm e di creare due distinti e separati Csm.
Il problema fondamentale sollevato da Travaglio è che i pm perdono l'autonomia e l'indipendaza rispetto al potere politico in quanto i magistrati dovranno sottostare alla volontà e alle direttive del Ministero della Giustizia.
Questo fatto è gravissimo in quanto si va a perdere uno dei caposaldi garantiti dalla costituzione italiana: l'indipendenza e l'autonomia tra il potere legislativo (Parlamento), il potere esecutivo (Governo) e il potere giudiziario (Csm).
Tutto questo è la diretta conseguenza delle aberranti volontà del Premier Berlusconi che ormai accerchiato e sommerso dai propri guai giudiziari sta cercando di smantellare il più celermente possibile e di demolire tutto quanto per garantirsi un'immu... un'inpunità perpetuta dai processi che lo vedono imputato.
Il liberale Berlusconi sta cercando di riscrivere la costituzione per risolvere i propri problemi giudiziari, quando invece in un paese democratico bastarebbe semplicemente che si dimettesse da Capo del Governo tanto da evitare di perdere tempo sui leggitimi impedimenti e sui vari Lodi ad Personam.

Ascoltate TUTTI le parole di Travaglio e fate girare ovviamente ... PASSATEPAROLA!

domenica 24 ottobre 2010

Il banchiere Scilabra

Parla il banchiere Scilabra: "L'ex sindaco di Palermo Ciancimino venne da me insieme a Dell'Utri a chiedere 20 miliardi per Berlusconi".

Una delle tante tantissime oscure e torbide vicende imprenditoriali di Berlusconi prima che "scendesse" in politica!
Il curriculum imprenditoriale del Cavaliere di Arcore è pieno zeppo di finanziamenti occulti e misteriosi che hanno permesso al futuro Premier di fondare un impero in Italia.
Il Nano più famoso d'Italia attraverso fondi provenienti da personaggi poco chiari, da traffici valutari non ben definiti e dalla costituzione di un planetario di società off-shore è riuscito a costruire un sistema capace di controllare i media, la pubblicità, le banche e le assicurazioni per nominare i settori economici più famosi!

In questi ultimi 16-17 anni Berlusconi ha trascorso una vita politica travagliata passando prima da accuse di conflitti di interesse mosse dall'opposizione e poi da scandali giudiziari a causa di un suo atteggiamento imprenditoriale torbido e senza scrupoli.
La vita politica di Silvio Berlusconi è stata assicurata dalla concezione di far funzionare il proprio partito politico come fosse una piccola impresa e di trasformare le cariche politiche istituzionali coperte da lui in consigli di amministrazione di grandi aziende.
In questi ultimi anni si è vericata una metamorfosi della concezione del ruolo di Capo del governo e questa trasformazione è legata all'introduzione del concetto di personalizzazione e di privatizzazione della carica di Premier, ruolo che Berlusconi ricopre ormai da quasi 10 anni se si eccettuale il breve biennio di Prodi (da 1996 al 1998).
Questa evoluzione ha generato una modificazione del ruolo di Capo del Governo.
Infatti si può evidenziare che, caratteristica comune e sconcertante dell'operato dei governi berlusconiani, è stata l'emanazione di una serie di leggi aventi lo scopo di proteggere dalle varie inchieste giudiziarie la carica politica coperta da Berlusconi (presidente del consiglio) e per salvare alcuni suoi fedelissimi collaboratori (vedi Previti).
Se questo non fosse bastato, nel corso del suo premierato i Governi Berlusconi son riusciti anche ad emanare dei provvedimenti che hanno favorito direttamente le aziende controllate e possedute dal Premier, aumentando ancora di più il suo potere.

sabato 23 ottobre 2010

La TV dello Z00 di Radio 1O5!



Per tutti quelli che non riscono stare senza lo ZOO di Radio 1O5 ora c'è la TV!!!

Pericle - Discorso agli Ateniesi, 461 a.C.

Qui ad Atene noi facciamo così.
Qui il nostro governo favorisce i molti invece dei pochi: e per questo viene chiamato democrazia.

Qui ad Atene noi facciamo così.
Le leggi qui assicurano una giustizia eguale per tutti nelle loro dispute private, ma noi non ignoriamo mai i meriti dell’eccellenza.
Quando un cittadino si distingue, allora esso sarà, a preferenza di altri, chiamato a servire lo Stato, ma non come un atto di privilegio, come una ricompensa al merito, e la povertà non costituisce un impedimento.

Qui ad Atene noi facciamo così.
La libertà di cui godiamo si estende anche alla vita quotidiana; noi non siamo sospettosi l’uno dell’altro e non infastidiamo mai il nostro prossimo se al nostro prossimo piace vivere a modo suo.
Noi siamo liberi, liberi di vivere proprio come ci piace e tuttavia siamo sempre pronti a fronteggiare qualsiasi pericolo.
Un cittadino ateniese non trascura i pubblici affari quando attende alle proprie faccende private, ma soprattutto non si occupa dei pubblici affari per risolvere le sue questioni private.

Qui ad Atene noi facciamo così.
Ci è stato insegnato di rispettare i magistrati, e ci è stato insegnato anche di rispettare le leggi e di non dimenticare mai che dobbiamo proteggere coloro che ricevono offesa.
E ci è stato anche insegnato di rispettare quelle leggi non scritte che risiedono nell’universale sentimento di ciò che è giusto e di ciò che è buon senso.

Qui ad Atene noi facciamo così.
Un uomo che non si interessa allo Stato noi non lo consideriamo innocuo, ma inutile; e benchè in pochi siano in grado di dare vita ad una politica, beh tutti qui ad Atene siamo in grado di giudicarla.
Noi non consideriamo la discussione come un ostacolo sulla via della democrazia.
Noi crediamo che la felicità sia il frutto della libertà, ma la libertà sia solo il frutto del valore.

Insomma, io proclamo che Atene è la scuola dell’Ellade e che ogni ateniese cresce sviluppando in sé una felice versalità, la fiducia in se stesso, la prontezza a fronteggiare qualsiasi situazione ed è per questo che la nostra città è aperta al mondo e noi non cacciamo mai uno straniero.

Qui ad Atene noi facciamo così.

Pericle - Discorso agli Ateniesi, 461 a.C.

giovedì 21 ottobre 2010

Travaglio ad Annozero il 21/10

La Neolingua serve per censurare la censura ... ecco alcuni esempi:
1) Enzo Biagi cacciato dalla Rai nel 2002, dopo 41 anni: problema di orario, risparmio, svecchiamento!
2) Chiuso Raiot di Sabina Guzzanti dopo una puntata sulle tv di Berlusconi: estetica
3) Paolo Hendel non fu mandato da Panariello, per una battuta su Vespa e il paragone tra Bondi e Braccobaldo: garanzia x la destra e x la sinistra
4) Bloccato Paolo Rossi perchè voleva leggere a Domenica In il discorso di Pericle agli ateniesi sulla Democrazia: discorso troppo forte e sopratutto non c'era contradditorio a Pericle ... Cleone aveva un altro impegno!
5) Censurati Luttazzi e Vauro: la satira deve avere il contradditorio e non deve essere volgare.
6) Richiesta di Ghedini di bloccare il servizio di Report sulle ville di Berlusconi ad Antigua: le notizie devono avere il contradditorio!!!

Travaglio fa notare che molti anzi moltissi utilizzano già la neolingia ... ma c'è solo uno che non la parla ancora!
Questa persona non ha bisogno di utilizzarla in quanto è per sua natura liberale, moderata, garantista e risformista ed ha il merito di aver inventato in 16 anni di politica il Polo delle Libertà, La Casa delle Libertà, i Circoli della Libertà e il Popolo della Libertà!

martedì 19 ottobre 2010

Crozza a Ballarò il 19 ottobre


Il Condominio di Berlusconi ad Antigua!
L'inchiesta di report sui terreni acquistati dal premier ad Anitgua è il tema principale trattato da Crozza questa settimana nella copertina di Ballarò.

lunedì 18 ottobre 2010

Berlusconi offshore


Il Padrone delle parole è sempre il solito Nano!!!
Le menzogne di Milione nella presentazione delle liste del PdL al tribunale di Roma nelle ultime elezioni regionali vinte poi dalla Polverini.
Le bugie di Moggi, dei suoi avvocati e dei suoi fedeli giornalisti nel processo Calciopoli di Napoli!
La diffamazione perpetrata dai mass-media del centro destra contro il testimone Massimio Ciancimino per screditare i documenti, appartenuti al padre Vito, presentati nel processo di Palermo contro la Mafia in cui son coinvolti Silvio Berlusconi e Marcello Dell'Utri.
Le bugie de Il Giornale e di Libero per occultare l'inchiesta per evasione fiscale in cui sono coinvolti Silvio Berlusconi e suo figlio Piersilvio nella compravendita dei diritti dei film.
Le falsità per screditare il pm Woodcock ... il pm che non ne azzecca una!

Da leggere gli articoli di Travaglio: Balle spaziali (15/10/10) e Invito a scomparire (17/10/10).

domenica 17 ottobre 2010

Parola a Santoro



Caro Direttore Generale della Rai, Mauro Masi,
Io sono un abbonato della Rai e non voglio essere punito al posto di Santoro!
Se vuoi punisci Santoro, se lo ritieni giusto, ma non interrompere Annozero!
Grazie, Giulio.


Michele Santoro, nell'anteprima della puntata di Annozero di giovedì 14 ottobre, parla delle sue ultime vicende personali all'interno della Rai.
Infatti come spiega nel suo editoriale iniziale il Direttore Generale Mauro Masi gli ha comminato una sanzione di sospensione di 10 giorni in quanto ritenuto colpevole, secondo i vertici della Rai, di aver usato il mezzo televisivo a fini personali e per aver offeso gratuitamente e attaccato direttamente il suo Direttore Rai.
Ma come chiarisce al termine del suo intervento tutti noi abbiamo il diritto a non aver ridotto il nostro cervello ad un'unica marmellata televisiva ... la Marmellata di Arcore!

Italia - Serbia

Genova, martedì 12/10/10 Italia-Serbia: il NON CALCIO in diretta Tv!
Tutto quanto di peggio si poteva prevedere è andato in onda al Luigi Ferraris!
Premeditazione è il vocabolo più aberrante che si può pronunciare per descrivere quanto hanno messo in atto gli ultrà serbi.
Per la verità gli ultrà più violenti centrano ben poco o gli hooligans inglesi degli anni ottanta, strafatti di alcool sono solo lontani parenti di quelli che hanno assiepato le tribune a Marassi.
Quelli sono NON SONO TIFOSI!
Quelli sono estremisti politici che con il calcio non centrano nulla! Questi dilettanti della politica più estremista capitanati dall'uomo nero, Ivan Bogdanov, hanno solo sfruttato il palcoscenico che l'UEFA gli ha offerto al Ferraris per fare pubblicità delle loro idee politiche!

Ma che c'è da stupirsi in tutto questo?
Come mai è potuto succedere tanto?
Come mai non si è potuto prevedere o meglio prevenire questa violenza gratuita prima, per le strade di Genova (che ha ancora fresco il ricordo del G8 del 2001), e poi dentro lo stadio?
Perchè?
La risposta è da cercare nelle curve degli stadi, prima italiani e poi del resto d'europa!
Questi luoghi ormai vengono riempiti tutte le settimane in tutta Europa con lo scopo di politicizzare il calcio!
Il tifoso di calcio che si mette a fare politica!
I torbidi e squallidi intrecci economici che ruotano intorno al pianeta pallone hanno attirato l'interesse della politica.
La coltivazione di politiche, per lo più estremiste (che siano di destra o di sinistra non cambia il discorso) ha trovato un terreno fertilissimo nelle curve!
Un tempo la curva dello stadio raccoglieva il tifo più acceso verso la squadra del cuore, ora viene riempita da personaggi che con il calcio non centrano niente e che sfruttano quesi luoghi come vetrina per i propri interessi extracalcistici.
La curve sono diventate ormai come dei circoli politici in cui il calendario delle riunioni è scandito e definito dalla Lega Cacio, per il campionato, e della Uefa, per le partite di Coppa o della Nazionale!
I "curvisti" si riuniscono per far valere le proprie opinioni politiche o per lanciare messaggi ai propri referenti politici in modo che gli interessi della curva vengano difesi!
In altre parole, una volta la partita di calcio veniva definita come manifestazione sportiva o evento sportivo!
Ora la partita è solo un pretesto per fare politica!

sabato 16 ottobre 2010

ZOO di 1O5 censurato!

Sono uno dei tanti tantissimi ascoltatori quotidiani dello ZOO di 1O5.
Io ho scoperto lo ZOO solo due anni fa e da quando lo ascolto non son più riuscito a farne a meno.
E' vero, lo ammetto ... ho bisogno della mia dose quotidiana di ZOO da due anni a questa parte e se non va in onda, o solo se viene trasmesso il The Best, vado in crisi di astinenza e prego perchè ritorni subito in onda il giorno successivo!

Ma perchè tutto questo?
Perchè è come se fossi entrato in simbiosi con questa trasmissione,ho praticamente un rapporto viscerale, che se viene a mancare acnhe solo un giorno, io mi sento triste e turbato!
E' come se andassi al ristorante e mi vietassero di prendere il piatto di cui sono più ghiotto e mi imponessero di mangiare qualcosa che non mi piace affatto!
E' come se andassi al cinema e mi obligassero a guardare un film che non voglio vedere!

E allora per quale ragione mi devono bloccare, sospendere, censurare, multare il mio programma preferito!
Da quando ascolto lo ZOO di 1O5, tutti gli altri programmi radio di tutte le altre emittenti radiofoniche mi sembrano tutte un passo indietro o meglio ho l'impressione che tutte cerchino di copiare il modello che Mazzolo&C hanno inventato più di 10 anni fa.
Comicità pungente, vip intervistati in studio e presi in giro, scenette originali e discussione dei fatti del giorno come si fosse al bar sono gli elementi essenziali dello ZOO di 1O5 in onda dal lunedì al venerdì.
Una trasmissione orientata per tutte quelle persone che vogliono sentire qualcosa di nuovo,
qualcosa che prenda le distanze dalla solita noiosa e convenzionale programmazione radiofonica,
qualcosa di vicino ai problemi che quotidianamente affliggono i cittadini e non qualcosa di costruito ad arte per far passare due ore senza un motivo preciso lanciando nell'etere solo chiacchere inutili o per raccogliere pubblicità (e quindi soldi) per l'emittente!

E allora che cosa non va? Perchè ancora una volta è stato sospeso?
Il DNA di Mazzoli&C se ne frega delle sanzioni e non si piega al volere del padrone ... lo ZOO è nato e continuerà ad essere sempre quello che è stato!
Dirà sempre quello che vuole di dire e nei modi che lo hanno sempre contraddistinto.
E questo lo continuerà a far sopratutto per il suo numerosissimo pubblico che vuole che lo ZOO non cambi!
E' questo il motivo per cui lo ZOO da fastidio, perchè è proprio il suo pubblico che lo chiede!
Non è possibile chiudere un programma con così tanti ascolti e che può tenere in piedi da sola tutta la radio 105!

Ma non è solo questo!
Il pubblico dello ZOO è composto da persone-cittadini che si son stancati della nostra società inquinata da corruzione politica, da programmi televisivi che vivono sui reality e da una sempre più nascente censura della libertà di espressione che vien applicata qualora non sia in linea con il modello berlusconiano, ... ovvero non dire questo perchè da fastidio al Padrone!

Lo ZOO è l'unica trasmissione che è capace di dire chiaramente e con convinzione quello che pensa sempre e comunque ed è per questo che quando viene bloccata il suo pubblico si indigna, perchè è come se a noi tutti venissero tappate le orecchie ... "ci stanno impedendo di ascoltare!"

Ma questa situazione è sicuramente figlia di questo torbido periodo politico, in cui il controllore-garante si sente in diritto di censurare chiunque non rispetti le regole che lui stesso ha imposto e tutto a scapito invece della più importante libertà di espressione di cui tutti i cittadini godono in base alla Costituzione!
Ne segue che i motivi che spingono a bloccare i programmi televisivi e radiofonici e a multare i rispettivi autori sono solo un pretesto per imporre la volontà di uno o di pochi sulla maggioranza e questo modo di agire non può appartenere affatto ad un paese democratico!

"Lo ZOO di 1O5 ... il programma che non piace!"

Grazie anche al Blog di Beppe Grillo, sempre molto sensibile al problema della libertà di opinioni e di espressione,
che ha parlato della sospenzione dello ZOO di 1O5!

Senza di te

Ti cerco sempre quando non sei con me,
... perchè ho paura di non trovarti più!
Ti guardo sempre quando sei con me,
... perchè ho paura di non vederti più!
Ti ascolto sempre con attenzione quando mi parli,
... perchè ho paura di non sentire più la tua voce!
Ti stringo sempre forte a me,
... perchè ho paura di non abbracciarti più!
Ti bacio sempre intesamente,
... perchè ho paura di non averti più!
Ti sogno sempre quando dormo,
... perchè ho paura che la notte ti porti via!
Ti penso sempre ogni minuto,
... perchè ho paura di dimenticare quanto sei importante per me!

Senza di te ... ho paura di vivere!

Giulio, 16/10/10.

giovedì 14 ottobre 2010

Travaglio ad Annozero il 14 ottobre


L'editoriale di Marco Travaglio di giovedì 14 ottobre ad Annozero non penso che abbia bisogno di commenti ... viviamo nello Zimbabwe!!!
In Italia non esiste più libertà di stamp a e di opinione ... solo chi ha i soldi ha il potere di decide quello che si può dire!

martedì 12 ottobre 2010

Crozza a Ballarò il 12/10


Notizia Ansa: "Ormai si è diffusa l'ipinione che con l'attuale sistema giudiziario, un uomo ricco può sottrarsi alla giustizia per quanto colpevole. di Marco Tullio Cicerone, 70 A.C".
Scoperti inoltre i nuovi dossier che Giornale ha intenzione di pubblicare:
1) Biancaneve è una zoccola!
2) Renzo Bossi è nato in provetta, ma è stata usata una provetta sbagliata!
3) Gianfranco Fini c'è l'ha piccolo!

Il comico genovese ha ricordato che questa settimana rimarremo per sette giorni senza barzellette a causa dell'operazione alla manno che il Premier ha subito. Nominato subito il suo sostituto: Pierino!
Un affettuso saluto a Francesco Rutelli, primo dei 33 minatori estratti dalla miniera in Cile e per finire battute su Bersani e Niki Vendola!

Una proposta per eliminare la prostituzione? Buttiamo giù Palazzo Grazioli!

lunedì 11 ottobre 2010

Chi è senza colpa scagli la prima Marcegaglia

Notizie NON date dai media italiani in questi giorni:

Notizie uscite in questi giorni (per intimidire le persone):
Nel momento i cui la Mercegaglia critica il Governo Berlusconi, Il Giornale inizia a occuparsi dei procedimenti giudiziari della presidente di Confindustria.
Feltri è famoso per aver attaccato tutte quelle persone che hanno criticato Berlusconi o il suo operato al Governo!
Chiunque si è messo di traverso sul cammino politico di Mistere B è stato duramente attacccato da Il Giornale (e non solo) ed esempi illustri di persone prese di mira sono: il Pool di Mani Pulite, Di Pietro, Alda Boccassini, l'ex moglie Veronica, il giudice Mesiano, Dino Boffo, Travaglio, Santoro, Luttazzi, Biagi, Montanelli, la Ariosto, la Daddario ecc..

Ennesima dimostrazione che chiunque critica il Governo o si mette sulla strada di Berlusconi parte immediatamente e in automatico il dossier per annientare il "nemico" del cavaliere!
Quindi se uno ha qualcosa da nascondere i segugi investigativi o i servizi segreti deviati te lo trovano sicuramente, mentre se uno non hanno niente, ma proprio niente da nascondere fanno di tutto per manipolare un fatto o un piccolo particolare della vita per farlo sembrare mostruoso o criminoso!

Grande Travaglio!

Il rapporto Berlusconi-Fini in quattro minuti

L'intenso rapporto politico tra Berlusconi e Fini durato iniziato 17 anni fa, passato attraverso 11 governi e 6 legislature è raccontato mirabilmente in soli 4 minuti.
Tutto il perido in questione parte dal 1993 e finisce ai giorni d'oggi è stato caratterizzato da una serie di alleanze politiche e da altrettante rotture ... come prevede una vera e propria SOAP televisiva!

domenica 10 ottobre 2010

2 milioni per la famiglia di Federico Aldrovandi

Lo Stato riconosce un risarcimento alla famiglia di Federico Aldrovandi.
Ai familiari del ragazzo morto a Ferrara durante un controllo di polizia il 25 settembre 2005 andranno quasi due milioni di euro.
Uno dei legali della famiglia, Fabio Anselmo, ha detto: "Sono soddisfatto dal punto di vista professionale, si tratta di una ammissione di responsabilità di indubbia valenza".

Il processo contro i 4 poliziotti accusati di aver provato la morte di Federico a causa delle botte inferte sul ragazzo dopo che lo avevano fermato per un banale controllo ha avuto luogo proprio grazie al coraggio dei genitori di Federico, Lino Aldrovandi e Patrizia Moretti, che non credendo alla versione fornita inizialmente dalla polizia hanno cominciato a raccogliere prove e testimonianze arrivando a pubblicare in un blog su Kataweb, aperto nel gennaio 2006.

I genitori di Federico,armati dalla forza di trovare la Verità per la morte del loro figlio, riuscirono
a trascinare in giudizio gli agenti delle volanti che quella mattina all'alba fermarono Federico.
Paolo Forlani, Luca Pollastri, Enzo Pontani e Monica Segatto sono stati condannati in primo grado a tre anni e sei mesi per eccesso colposo nell'omicidio colposo.
Durante il processo è stato dimostrato che gli agenti hanno ecceduto nel loro intervento, non hanno raccolto le richieste di aiuto di Federico e hanno infierito su di lui in una colluttazione imprudente usando i manganelli, due dei quali si sono rotti, ammanettandolo a pancia in giù con le mani dietro la schiena, posizione che poi, avrebbe causato un'asfissia posturale.

Le responsabilità penali restano ovviamente in capo agli imputati.
I quattro poliziotti di pattuglia quella mattina sono stati condannati in primo grado per eccesso colposo in omicidio colposo, e altri tre loro colleghi sono stati condannati per il depistaggio delle indagini.

Grazie alla forza d'animo e al coraggio di Mamma Patrizia e di Papà Lino per aver lottato per la verità, grazie per aver lavorato incessantemente con la Giustizia per trovare i colpevoli e
grazie, per una volta allo Stato, che avendo compreso di aver ammazzato un suo cittadino, ha risarcito i famigliari ... anche se UNA VITA NON HA MAI UN PREZZO!!!

Anche io, nel mio piccolo blog, ho voluto informare quanto era successo a Federico!
Venerdì 30 Aprile 2010: “Abuso di Potere
Sabato 25 Settembre 2010: “Federico Aldrovandi 5 anni dopo
Domenica 10 Ottobre 2010: “2 milioni per la famiglia di Federico Aldrovandi

Ciao Federico, Giulio!

Guerra o Missione di Pace in Afghanistan

Prima di tutto una doverosa premessa.
Voglio innazitutto dimostrare il mio più sentito cordoglio per tutti i 34 militari italiani che hanno perso la vita in Afghanistan e fare le più sentite condoglianze alle famiglie dei soldati caduti in missione!
Onore a tutti i militari italiani che svolgono ogni giorno il loro lavoro tra rischi di ogni genere e sacrificando la loro vita per il bene del paese e delle proprie famiglie!

Guerra in Afghanistan o Missione di Pace in Afghanistan?
Che differenza fa?
Sta di fatto che la Missione dell'Onu sta dimostrando tutto il suo più totale fallimento!
Dopo 6 anni l'Afghanistan sembra essere sempre lo stesso!
Da evidenziare che nel corso del 2010 son già 525 morti per le soli truppe occidentali, mentre nel solo 2009 i caduti si fermarono a 504.
Per l'Italia sono in totale 34 le vittime del nostro esercito da quando siam andati in Afghanistan.

Tanto valeva non intervenire militarmente in quel paese in modo da risparmiare miliardi di dollari di spese militari e migliaia di vite innocenti!

E se il motivo per cui si è voluti intervenire era quello di portare la pace e la democrazia...allora perchè non si interviene anche in Cina ... dove non vengono risconosciuti i diritti civili!
Dove i cittadini sono perseguiti se dimostrano di avere idee politiche diverse da quelle del regime!!
Dove la censura cinese è in grado di controllare tutti i media informativi (tv, stampa e web)!!
Dove Liu Xiaobo vincitore del Premio Nobel per la Pace 2010 non sa di aver ancora vinto in quanto è accusato di "incitamento alla sovversione del potere dello stato" e per questo processato e condannato ad 11 anni di carcere!!

Ora l'Onu e gli stati a cui hanno aderito a questa campagna militare in Afghanistan dovranno spiegare se è stato utile ed opportuno intervenire militarmente per "portare la pace e per annientare il terrorismo islamico"!
Perchè a me sembra che l'Onu, sotto la stretta regia della politica economica degli stati uniti e con un fantomatico pretesto islamofobico di combattere il terrorismo internazionale, abbia invece il fondamentale obiettivo di promuovere campagne militari in quei paesi ricchi di materie prime quali il petrolio in primis in modo da incentivare la colonizzazione delle potenti società petrolifere nella cosiddetta fase di "ricostruzione".

Una vita senza la pena di morte


Death to the Death Penalty!

Firma gli appelli contro la pena di Morte di TROY DAVIS e di REGGIE CLEMONS

Per un Mondo più giusto e più equo in cui lo Stato non deve avere il potere-diritto di ammazzare un proprio cittadino!

sabato 9 ottobre 2010

La Pace senza confini


Il premio Nolbel per la Pace è stato assegnato allo scrittore cinese Liu Xiaobo attivo da molti anni nella difesa dei diritti umani sulla scena nazionale del suo Paese.
Quest'anno l'assegnazione del Nobel per la Pace è stata senz'altro molto azzeccata in quanto riporta alla luce l'inquietante questione della difesa dei diritti civili e politici che in Cina, ma non solo li, vengono quotidianamente calpestati o non riconosciuti affatto.
Infatti sono ancora tanti i paese che sono governati da regimi ex comunisti o da dittature militari
che tengono saldamente il potere attraverso sia il controllo totale dei media di informazione (tv, stampa e web) che perseguendo penalmente chi cerca di opporsi alla linea politica imposta dallo stato.
In questo senso l'assegnazione del premio a di Liu Xiaobo rappresenta uno schiaffo internazionale che il comitato per il Nobel ha voluto dare alla Cina.
La Cina, anche se ai giorni attuali viene vista positivamente per la sua potente crescita economica in grado di generare una enorme domanda globale di beni e servzi, è uno Stato estremamente arretrato per il rispetto dei diritti civili e politici.
Non è un caso che lo scrittore cinese sia stato accusato di “incitamento alla sovversione del potere dello stato” e per questo processato e condannato ad 11 anni di carcere.

Dopo aver appreso dell'attribuzione del premio le reazioni cinesi sono state scomposte e molto dure.
Il governo cinese ha di fatto interrotto la diretta televisiva con il comitato del Nobel, ha censurato tutti i commenti dei leader occidentali e ha richiamato l'ambasciatore norvegese per avere spiegazioni.

Non è neanche la prima volta che il Nobel per la Pace viene assegnato ad una persona che lotta pacificamente con la sola forza degli ideali di libertà!
Nel 1989 Nobel per la Pace venne assegnato al Dalai Lama, mentre nel 1991 veniva assegnato ad Aung San Suu Kyi, una politica birmana attiva da molti anni nella difesa dei diritti umani nel suo paese devastato da una pesante dittatura militare.

Appello per il WiFi libero!

Da cinque anni lo sviluppo di Internet in Italia è bloccato da una legge oscurantista e antistorica che impone una serie di obblighi burocratici ai pubblici esercizi che vogliono offrire l'accesso alla Rete senza fili.
Tra questi, la richiesta di una speciale licenza al questore e l’identificazione degli utenti tramite documento d’identità.
Ciò ha costituito un gigantesco disincentivo a creare reti WiFi nel nostro Paese, che infatti è in fondo a tutte le classifiche europee per l'offerta e l'uso di Internet senza fili.
La norma - che non esiste in nessun Paese democratico - è stata varata come misura antiterrorismo nel 2005 dal ministro Giuseppe Pisanu, ma non risulta abbia mai prevenuto alcun attentato.
In compenso, è ed è stata una concausa primaria per il mancato sviluppo dell'innovazione digitale del nostro Paese.
Lo stesso ex ministro Pisanu, autore della legge, nel 2009 l'ha disconosciuta e ha dichiarato che va superata.
Centinaia di imprenditori, manager, blogger, giornalisti, docenti, esponenti politici di entrambi gli schieramenti e semplici cittadini chiedono da tempo che la norma sia abolita.
Eppure, nata come "transitoria" nel 2005, la legge che tarpa le ali al Web viene ogni anno rinnovata nel cosiddetto Decreto Milleproproghe votato poco prima di Natale.
Chiediamo quindi che nel 2010, prima delle consuete scadenze, il Governo proceda per decreto alla cancellazione della norma in questione (articolo 7 della legge n. 155 del 31 luglio 2005) e che - qualora questo non avvenisse - il Parlamento provveda ad abrogare il medesimo articolo.

Leggi: Una norma illiberale e antistorica
Speciale: Il dossier completo su una vergogna italiana
L'intervista: Dal Pd ai finiani per dire basta

Firma anche tu per avere il WiFi libero e per un Web sempre meno imbavagliato!!!

Happy 70th Birthday John


Il messaggio della vedova Yoko Ono in occasione del 70° compleanno del compianto John Lennon morto la sera dell'8 dicembre 1980 per mano di un venticinquenne di nome Mark Chapman che esplose contro di lui quattro colpi di pistola.
John Ono Lennon fu dichiarato morto alle 23.07.

venerdì 8 ottobre 2010

A Liu Xiaobo il Nobel per la Pace

Liu Xiaobo è uno scrittore cinese, attivo da molti anni nella difesa dei diritti umani sulla scena nazionale del suo Paese.
L'8 dicembre 2008 Liu Xiao Bo è stato privato della libertà a causa della sua adesione al movimento «Charta 08».
Detenuto in un luogo sconosciuto, è stato formalmente arrestato solo il 23 giugno 2009 sulla base dell'accusa di “incitamento alla sovversione del potere dello stato”.
Dopo un anno di detenzione, il 23 dicembre 2009 si è svolto
il processo; il 25 è stato condannato a 11 anni di prigione e a due anni di interdizione dai pubblici uffici.
La sentenza è stata confermata in appello l'11 febbraio 2010.

Il 18 gennaio 2010, Liu è stato canditato al Premio Nobel per la pace da Václav Havel, il Dalai Lama, André Glucksmann, Vartan Gregorian, Michael Moore, Karel Schwarzenberg, Desmond Tutu e Gregory Javlinsky.
Nei mesi precedenti l'annuncio del vincitore, il governo cinese è intervenuto duramente diffidando i giurati norvegesi dall'attribuire il prestigioso premio a Liu Xiaobo o ad altri dissidenti cinesi.

L'8 ottobre 2010 è stato insignito del Premio Nobel per la pace «per il suo impegno non violento a tutela dei diritti umani in Cina».

Dopo aver appreso dell'attribuzione del premio le reazioni cinesi sono state scomposte e molto dure.
Il governo cinese ha fatto interrotto la diretta televisiva con il comitato del nobel, ha cenurato tutti i commenti dei leader occidentali e ha richiamato l'ambasciatore norvegiese per avere spiegazioni.
In realtà l'attribuzione del premio Nobel non è di matrice governativa ma completamente indipendente.

È il primo cinese a ricevere il riconoscimento per la pace.

Travaglio ad Annozero il 07/10/10

Parole di Berlusconi:
1) L'Italia non è una vera democrazia!!!
2) L'italia è il regno dell'odio e della menzogna!!!

Prendendo spunto dalla puntata di Passaparola di lunedì 4 ottobre Marco Travaglio confuta e smentisce tutte aberranti cazzate sparate da Berlusconi nel comizio di Milano in occasione della Festa del PdL.

Balotelli fa visita a Borgonovo

L'ex attaccante del Milan, affetto da Sla, ha ricevuto la visita del bomber del City, di cui ha apprezzato la sensibilità e per questo ha voluto renderla pubblica.

Ecco le parole di Borgonovo.

Ciao Mario, ciao Antony, amico di Balotelli da sempre.
La punta del Manchester City si è presentata così, senza che io lo sapessi.
D'altronde il suo carattere non è mai banale e sotto questo aspetto ci assomigliamo.
Come va il ginocchio? Hai ricominciato ad allenarti? Mi è sembrato quasi timido nel rispondermi.
Poi ragionando ho capito che un ragazzo di soli vent’anni, dotato di grande sensibilità, aveva bisogno di qualche minuto per metabolizzare il fatto di vedermi immobile in un letto con una macchina che mi permette di respirare.
Vi dirò, cari lettori, che la cosa mi ha fatto molto piacere.
Dimostra che il "bimbo" ha rispetto e sensibilità.
Dovevo essere io a metterlo a suo agio, e così ho fatto.
Alla fine, Mario è rimasto con me circa tre ore: abbiamo parlato con tanta semplicità proprio perché è un ragazzo semplice.
E mi ha fatto capire che lui e le sue bravate sono solo autodifese, visto e considerato che ha solo vent'anni.

Avevo scommesso con un mio amico che Prandelli non l'avrebbe convocato in Nazionale, per via della sua stupidera.
Ma ora, col senno di poi, sono convinto che Cesare abbia visto giusto e sono felice che un talento così faccia parte della nazionale italiana.
Il Balo stravede per il nuovo cittì, con lui in azzurro si sente a suo agio e protetto.
Perciò se vogliamo che il talento di Balotelli ci dia delle soddisfazioni dobbiamo proteggerlo in modo che lui si senta sereno.
Io, facendo così, ho visto un ragazzo normale con tanta voglia di vivere la sua vita come fanno tutti i ventenni di questo mondo.

Devo ammettere che Mario mi ha trasmesso molto in quelle tre ore passate a casa mia, per una volta sono io che devo dire grazie.
È molto attaccato alla famiglia e soprattutto ha personalità: mi ha confessato che entro i ventiquattro anni riuscirà a vincere il Pallone d'oro... Beh, meglio ragionare così che piangersi addosso.
Mario, ti auguro di ottenere tutto il meglio dalla vita e ti ringrazio per aver mantenuto la promessa di venirmi a trovare.
Un abbraccio.

Stefano Borgonovo

mercoledì 6 ottobre 2010

Crozza a Ballarò il 05/10/10


Il comico genovese esordisce nella copertina di Ballarò di martedì 5 ottobre commentando la
barzelletta sessista-maschilista-razzista (con bestemmia finale) che Berlusconi ha raccontato facendo un chiaro e distinto riferimento alla Bindi (Presidente del PD)!
Maurizio Crozza nel suo monologo ha quindi ipotizzando che tutti noi italiani siamo vittime
inconsapevoli di un esperimento scientifico per misurare la nostra capacità di sopportazione nei confronti delle numerose "cazzate" commesse e dette dal Premier Berlusconi da quando è sceso in politica!
Le battute finali le ha riservate per il sindaco di Firenze Renzi e la ministra Brambilla.

"Crederò, obbedirò, Combatterò!"

martedì 5 ottobre 2010

Romani ... il Ministro di Berlusconi


Martedì 5 ottobre Antonio Di Pietro intervine alla Camera dei Deputati per mostrare la sfiducia e contrarierà del partito di fronte alla nomina del nuovo Miniatro per lo Sviluppo Economico Paolo Romani da parte del premier Silvio Berlusconi.
Di Pietro motiva il disappunto verso la nomina del nuovo ministro pochi giorni dopo che aveva votato la sfiducia nel governo ed aggiungendo nel suo intervento che "Romani è una persona né più né meno fedelissima di Berlusconi, attaccata a lui, che esegue esattamente le indicazioni di quest'ultimo che gli servono a fini personali, imprenditoriali, piuttosto che per tutelare gli interessi dell'opinione pubblica, dei cittadini".

Di Pietro almeno tu ti fai sentire ... ma invece il PD quando inizieremo a sentirlo urlare contro le malefatte del Governo, a sbraitare contro i pasticci grotteschi costituzionali del Premier per salvarsi il culo dalle inchieste a cui è imputato e per risolvere definitivamente i conflitti di interessi del Nano??

lunedì 4 ottobre 2010

Quattro vecchietti sfigati


Nella puntanta di lunedì 4 ottobre di Passaparola Marco Travaglio ripercorre una parte
della storia di Mani Pulite sulla base del discorso delirante pronunciato ieri (03/10) da Berlusconi a Milano in occasione della seconda festa nazionale del PdL .
In particolare ricorda i fatti relativi all'inchiesta del PM De Pasquale che aveva portato all'arresto di Gabriele Cagliari e alle circostanze che portarono al suo suicidio in carcere.
Inoltre smonta pezzo per pezzo tutto quanto sostenuto da Berlusconi relativamente al fatto che nel CSM ci siano 11 giudici appartenenti all'area di sinistra ridicolizzando parola dopo parola tutta la bugiardaggine del Nano di Arcore.

Renzo Bossi ... e la sua onestà


Venerdì 1 ottobre il "delfino" o meglio il Trota della Lega è ospite di Daria Bignardi a "Le invasioni Barbariche".
Qui di seguito gli ultimi 5 minuti dell'intervista in stile domande da esame di maturità al figlio del leader della Lega Umberto Bossi.
Dalla mitragliata di domande della Bignardi il "pesciolino" evidenzia in tutto il suo splendore l'imbarazzo fanciullesco e la tensione non essendo abituato al palcoscenico televisivo aggravando oltretutto la già poca maturità linguistica ed intellettuale.
Comportamento imputabile certamente alle scorie cerebrali lasciate in eredità dai recenti e più volte ripetuti esami di maturità!
Ma andiamo al top dell'intervista ovvero quando la giornalista gli fa la seguente domanda
DOMANDA BIGNARDI: Tre valori in cui credi
RISPOSTA RENZO BOSSI: 3 valori? ... l'onestà, sicuramente prima di tutto ... poi ehm ... ehm vediamo ... no perchè l'onestà sia uno dei valori più importanti che mancano spesso ... ehehehm ... non saprei ... ebbè l'onestà è prima di tutto, ciè essere onesti a questo mondo è già qualcosa di ...(!?!?)

Commento:
Onestamente non so come abbia fatto a superare l'esame di maturità e non capisco chi cavolo lo abbia potuto votare come consigliere regionale ... ah si ... che scemo!
E' il figlio del Senatur ... e viviamo nel Paese della Casta!

domenica 3 ottobre 2010

Discorso assurdo sulla Giustizia!

Eccolo il Nanetto Arterosclerotico di Arcore ne ha sparata un'altra delle sue!
Oggi a Milano in occasione della seconda festa del Popolo delle Libertà Berlusconi ha tenuto un discorso nel quale ha fornito una strampalata ed assurda visione del ruolo della Magistratura in Italia.

Dal suo discorso si può evidenziare la sua fantasiosa IPOTESI:
Corte Costituzionale formata da 11 giudici di sinista che sotto le pressioni dei Pubblici Ministeri di sinistra abrogano le leggi.

Dalla sua ipotesi descrive il suo TEOREMA assurdo:
Il Popolo detiene la Sovranità Popolare secondo art. 1 della Costiruzione che la trasmette al Parlamento tramite le elezioni.
Il Parlamento vara delle leggi.
I PM intervengono e fanno abrogare le leggi.
ERGO in queste condizioni la Sorvarnità è trasferita dal Popolo ai PM.

Matematicamente parlando dato che l'ipotesi non si è mai verificata, ne segue che il Teorema non sta in piedi.
Ma anche nel caso che si potesse verificare che l'ipotesi sia realizzabile, il Teorema non si potrebbe mai dimostrare come vero in quanto non vi è un rapporto elettivo e di rappresentanza diretta tra il Popolo e giudici e PM infatti questi non vengono eletti dal Popolo.
Inoltre l'unico modo in cui la magistratura può intervenire sulla abrogazione delle leggi è quando queste son in conflitto con la Costituzione!!!

Ma Berlusconi si dimentica sempre di menzionare l'articolo 3 comma 1 della Costituzione:
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

Non è accettabile utilizzare il Governo e il Parlamento come strumenti di difesa per i suoi processi!
La Corte Costituzionale, i Giudici e i PM non devono essere criminalizzati solo perchè stanno processando il Premier!
Non è la magistratura che fanno un uso politico della guistizia, ma è Berlusconi che utilizza la politica per farsi giustizia emanando decreti incostituzionali e proponendo leggi ad personam per sfuggire dai processi in cui è imputato!!

Quindi BERLUSCONI dimettiti e difenditi come un privato cittadino davanti alla Giustizia, senza utilizzare il tuo ruolo politico ed istituzionale come pretesto per non essere processato!!!

No B. Day 2

Roma, sabato 2 ottobre 2010.
Il Popolo viola composto da quasi 500 mila persone è sceso in piazza per dire un'altra volta NO a Berlusconi e per chiedere le sue dimissioni, nonostante il Parlamento gli abbia votato la fiducia in settimana.
Il Popolo Viola rappprenta quella moltitudine di cittadini che, non appartenenti ad un unico partito politico, son stanchi stufi esasperati di essere governati da un Premier bugiardo, corrotto e che utilizza la sua carica politica per proporre leggi e varando decreti ad hoc per proteggersi dai processi in cui è indagato.
Questo governo a differenza di quello che vogliono farci intendere i vari Berlusconi, Bondi, Cicchitto, Bonaiuti, Capezzone, Tremonti, La Russa, Gasparri, Bossi, Calderoli, Borghezio, Cota, Fede, Minzolini, Feltri, Belpietro non è un GOVERNO DEL FARE le riforme che servono il paese, ma è un governo vuole difendere e migliorare gli interessi economici delle proprie lobbies politiche da una parte ed ottenere impunità giudiziarie depenalizzando reati ed ostacolando la giustizia con leggi e decreti incostituzionali dall'altra.
Questo duplice obiettivo viene mirabilmente raggiunto attraverso il contollo (quasi) totale dei mass-media.
La famiglia di Berlusconi possiede e controlla buona parte della stampa (quotidiani e periodici) e della televisione (Mediaset).
Da ricordare che il Premier Berlusconi si è nominato anche Ministro per lo Sviluppo Economico, dopo le dimissioni di Scajola, e questo genera un ulteriore conflitto di interessi...se non bastava già quello dell'Informazione.
Già l'Informazione ... in Italia non c'è un'informazione obiettiva!
Ormai le campagne mediatiche diffamatorie e denigratorie organizzate da organi di informazione di proprietà
della famiglia di Berlusconi perpetrate contro personaggi politici (Fini) e non (caso Boffo, giudice Mesiano, Santoro) sono sempre presenti in edicola e nei Tg in onda in televisione.
Già i Tg...se si vuole parlare di informazione non obiettiva basta tirare in ballo i vari TG1, TG4 e Studio Aperto.
Il primo fornisce notizie non reali, ovvero modifica drasticamente la natura di un fatto in modo da ... compiacere la linea politica del Premier.
Il secondo fornisce solo notizie politiche favorevoli al premier censurando tutto il resto.
Il terzo più che un telegiornale è un notiziario di gossip.

Ma è questa l'italia che ci voglio far credere?
E' possible che il premier si arrabbia tanto perchè sostiene che ad Annozero non c'è il contraddittorio (tutto da dimostrare) quando lui attraverso il controllo di giornali e tv fa raccontare balle come lui le racconta da palazzo Chigi?

BERLUSCONI DIMETTITI!!!

sabato 2 ottobre 2010

Silvio-show con i fan per i 74 anni

Roma, è passata la mezzanotte: un gruppo di giovani militanti del Pdl si ritrova sotto Palazzo Grazioli per una festa a sorpresa a Berlusconi che compie gli anni.
Il premier scende in strada e improvvisa un comizio.


Parte 1:
"... Ho contro la sinistra, il centro, i giudici, i ''giornaloni''..."
"... C'è un complotto della magistratura di sinistra ..."
"... Nel caso Mills, le fantasie del giudice De Pasquale ..."
"... Bisogna chiedere una commissione parlamentare ..."

Parte 2:
"... La sovranità popolare tradita. Se una legge non piace ai pm ha il destino segnato ..."

Parte 3:
"... Gli imprenditori della politica trattano i partiti come imprese proprie ..."
"... Colleziono una storiella (e una ragazza) al giorno ..."

Parte 4: e una barzelletta sugli ebrei, non poteva mancare!

venerdì 1 ottobre 2010

Beautiful Lab: 23 anni di soap in soli 6 minuti


Per chi si fosse perso solo qualche puntata o per chi, come me, non ne avesse vista nemmeno un minuto della serie televisiva più lunga della storia della televisione e vorrebbe essere aggiornato su tutto quanto è successo non deve preoccuparsi di niente.
La Beautiful Lab ha creato un eccellente riassunto di 23 anni di soap della durata di solo 6 minuti!
Non preoccupatevi ... infatti dopo la visione del video miracoloso è ancora possibile incollarsi al piccolo schermo per continuare a vedere le vicende di questi 4 attori sfigati che da un quarto di secolo continuano a prenderci per il culo con le loro vicende amorose!
Beautiful ... solo per menti malate ke si vogliono lasciar manipolare dai media televisivi!!!