Fabri Fibra in Vip In Trip, Controcultura (2010)

Più vuoi e meno avrai, più dai e meno prendi
Prima lo si impara, poi "Pa pa para para pa pa para"
Più sogni e meno fai, più fai e meno sogni
Prima lo si impara, poi "Pa pa para para pa pa para"
Rapper italiani che "Perepè qua qua, qua qua perepè"
Politici italiani che "Perepè qua qua, qua qua perepè"
________________________________________________________________

PROPOSTE di RIFORME STRUTTURALI per l'ITALIA

1) Legge contro i conflitti di interessi del Premier vs Riforma giustizia.

2) Legge Anticorruzione per garantire legalità in Parlamento vs Lodo Alfano.

3) Nuova Legge Elettorale e ritorno alle preferenze per la scelta dei candidati.

4) Incentivare le aziende a produrre in Italia invece di delocalizzare all'estero.

5) Incentivare gli investimenti esteri in Italia.

6) Banda Larga e Wifi Libero vs Grandi Opere (Tav e Ponte sullo stretto).

7) Ricerca e Incentivi pubblici per le Energie Rinnovabili vs Centrali nucleari.

8) Liberalizzazione effettiva dei servizi pubblici (trasporti, energie, telecomunicazioni, ecc..).

9) Maggiori contributi statali alle Università Pubbliche.

10) Creazione di Centri di Eccellenza per la Ricerca Scientifica di Base con incentivi per i finanziamenti privati.

_______________________________________________________________________________________

Il nostro bel paese!

Media largamente controllati dal nuovo Duce; magistratura sotto attacco; organi di garanzia, a cominciare dalla stessa Presidenza della Repubblica per passare dall'Agicom, intimiditi; università private di fondi e sottoposte a uno scandaloso bombardamento denigratorio ... le cupe prospettive di un paese sull'orlo della dittatura!!!
Questo NON è il quadro politico di un paese sudamericano, ma è la situazione attuale della nostra Italia!!!
Nel nostro bel paese si sta a poco consolidando un nuovo regime autoritario che si sta consolidando attraverso
il raggiugimento dei seguenti obiettivi:
1) la concentrazione del potere nelle mani di una sola personalità politica, cioè quella del premier;
2) la verticalizzazione del potere che si sta seminando anche per la stagione del post Berlusconi;
3) il lavoro che si sta compiendo per arrivare ad un Capo dello Stato eletto dal popolo e ad un Parlamento ratificatore dei voleri della maggioranza;
4) l'eliminazione dei contrappesi costituzionali;
5) continuo ricorso dal governo alla Fiducia per la votazione delle Leggi alla Camera e al Senato con la conseguente rinuncia al dibattito e al confronto parlamentare con l'opposizione
6) la distruzione dell'indipendenza della magistratura e la modifica della Corte costituzionale perché sia sempre più politicizzata, come del resto il Csm;
7) il controllo quasi integrale dei mezzi di comunicazione e applicazione della censura sui talk-show ritenuti "dannosi" per il premier.
8) privatizzazione di tutto ciò che è rimasto di pubblico: la difesa e la sicurezza del Paese, l'acqua, la protezione civile e soprattutto il saper.
______________________________________________________________________

domenica 10 ottobre 2010

2 milioni per la famiglia di Federico Aldrovandi

Lo Stato riconosce un risarcimento alla famiglia di Federico Aldrovandi.
Ai familiari del ragazzo morto a Ferrara durante un controllo di polizia il 25 settembre 2005 andranno quasi due milioni di euro.
Uno dei legali della famiglia, Fabio Anselmo, ha detto: "Sono soddisfatto dal punto di vista professionale, si tratta di una ammissione di responsabilità di indubbia valenza".

Il processo contro i 4 poliziotti accusati di aver provato la morte di Federico a causa delle botte inferte sul ragazzo dopo che lo avevano fermato per un banale controllo ha avuto luogo proprio grazie al coraggio dei genitori di Federico, Lino Aldrovandi e Patrizia Moretti, che non credendo alla versione fornita inizialmente dalla polizia hanno cominciato a raccogliere prove e testimonianze arrivando a pubblicare in un blog su Kataweb, aperto nel gennaio 2006.

I genitori di Federico,armati dalla forza di trovare la Verità per la morte del loro figlio, riuscirono
a trascinare in giudizio gli agenti delle volanti che quella mattina all'alba fermarono Federico.
Paolo Forlani, Luca Pollastri, Enzo Pontani e Monica Segatto sono stati condannati in primo grado a tre anni e sei mesi per eccesso colposo nell'omicidio colposo.
Durante il processo è stato dimostrato che gli agenti hanno ecceduto nel loro intervento, non hanno raccolto le richieste di aiuto di Federico e hanno infierito su di lui in una colluttazione imprudente usando i manganelli, due dei quali si sono rotti, ammanettandolo a pancia in giù con le mani dietro la schiena, posizione che poi, avrebbe causato un'asfissia posturale.

Le responsabilità penali restano ovviamente in capo agli imputati.
I quattro poliziotti di pattuglia quella mattina sono stati condannati in primo grado per eccesso colposo in omicidio colposo, e altri tre loro colleghi sono stati condannati per il depistaggio delle indagini.

Grazie alla forza d'animo e al coraggio di Mamma Patrizia e di Papà Lino per aver lottato per la verità, grazie per aver lavorato incessantemente con la Giustizia per trovare i colpevoli e
grazie, per una volta allo Stato, che avendo compreso di aver ammazzato un suo cittadino, ha risarcito i famigliari ... anche se UNA VITA NON HA MAI UN PREZZO!!!

Anche io, nel mio piccolo blog, ho voluto informare quanto era successo a Federico!
Venerdì 30 Aprile 2010: “Abuso di Potere
Sabato 25 Settembre 2010: “Federico Aldrovandi 5 anni dopo
Domenica 10 Ottobre 2010: “2 milioni per la famiglia di Federico Aldrovandi

Ciao Federico, Giulio!

Nessun commento:

Posta un commento