Fabri Fibra in Vip In Trip, Controcultura (2010)

Più vuoi e meno avrai, più dai e meno prendi
Prima lo si impara, poi "Pa pa para para pa pa para"
Più sogni e meno fai, più fai e meno sogni
Prima lo si impara, poi "Pa pa para para pa pa para"
Rapper italiani che "Perepè qua qua, qua qua perepè"
Politici italiani che "Perepè qua qua, qua qua perepè"
________________________________________________________________

PROPOSTE di RIFORME STRUTTURALI per l'ITALIA

1) Legge contro i conflitti di interessi del Premier vs Riforma giustizia.

2) Legge Anticorruzione per garantire legalità in Parlamento vs Lodo Alfano.

3) Nuova Legge Elettorale e ritorno alle preferenze per la scelta dei candidati.

4) Incentivare le aziende a produrre in Italia invece di delocalizzare all'estero.

5) Incentivare gli investimenti esteri in Italia.

6) Banda Larga e Wifi Libero vs Grandi Opere (Tav e Ponte sullo stretto).

7) Ricerca e Incentivi pubblici per le Energie Rinnovabili vs Centrali nucleari.

8) Liberalizzazione effettiva dei servizi pubblici (trasporti, energie, telecomunicazioni, ecc..).

9) Maggiori contributi statali alle Università Pubbliche.

10) Creazione di Centri di Eccellenza per la Ricerca Scientifica di Base con incentivi per i finanziamenti privati.

_______________________________________________________________________________________

Il nostro bel paese!

Media largamente controllati dal nuovo Duce; magistratura sotto attacco; organi di garanzia, a cominciare dalla stessa Presidenza della Repubblica per passare dall'Agicom, intimiditi; università private di fondi e sottoposte a uno scandaloso bombardamento denigratorio ... le cupe prospettive di un paese sull'orlo della dittatura!!!
Questo NON è il quadro politico di un paese sudamericano, ma è la situazione attuale della nostra Italia!!!
Nel nostro bel paese si sta a poco consolidando un nuovo regime autoritario che si sta consolidando attraverso
il raggiugimento dei seguenti obiettivi:
1) la concentrazione del potere nelle mani di una sola personalità politica, cioè quella del premier;
2) la verticalizzazione del potere che si sta seminando anche per la stagione del post Berlusconi;
3) il lavoro che si sta compiendo per arrivare ad un Capo dello Stato eletto dal popolo e ad un Parlamento ratificatore dei voleri della maggioranza;
4) l'eliminazione dei contrappesi costituzionali;
5) continuo ricorso dal governo alla Fiducia per la votazione delle Leggi alla Camera e al Senato con la conseguente rinuncia al dibattito e al confronto parlamentare con l'opposizione
6) la distruzione dell'indipendenza della magistratura e la modifica della Corte costituzionale perché sia sempre più politicizzata, come del resto il Csm;
7) il controllo quasi integrale dei mezzi di comunicazione e applicazione della censura sui talk-show ritenuti "dannosi" per il premier.
8) privatizzazione di tutto ciò che è rimasto di pubblico: la difesa e la sicurezza del Paese, l'acqua, la protezione civile e soprattutto il saper.
______________________________________________________________________

martedì 30 novembre 2010

Crozza a Ballarò il 30/11


I commenti e le battute di Maurizio Crozza delle ultime rilevazioni di Wikileaks aprono il sipario della copertina di Ballarò di martedì 30 novembre.
Berlusconi vanitoso? vanitosoooooo??? Ma ci voleva l'intelligence per capire che uno che si fa trapiantare della moquette in testa è vanitoso???
Ma chi hanno assunto all'intelligence ... Renzo Bossi?

Come sempre punzecchiati dalle battute del comico genovese gli ospiti della puntata Roberto Cota, Nicola Porro e Walter Veltroni.
La protesta degli studenti, la visita di Berlusconi a Tripoli per incontrare Gheddafi, la probabile futura entrata in politica di Montezemolo insime con Casini e Rutelli, lo sciopero dei calciatori dell'11 e 12 dicembre prossimo gli altri argomenti per trattati satiricamente da Crozza.
Sinceramente una delle più belle copertine di Ballarò firmate da Crozza!

Mario Monicelli


Mario Monicelli nasce a Viareggio il 15 maggio 1915.
Regista e sceneggiatore italiano tra i principali esponenti della commedia all'italiana.
L'esordio registico ufficiale avviene in coppia con Steno, con una serie di film che i due registi realizzano su misura per Totò, tra i quali spicca il celebre Guardie e ladri del 1951.
Monicelli ha firmato alcuni capolavori del dopoguerra italiano, contribuendo ad uno dei periodi più floridi del cinema del nostro paese, entrando di diritto nella storia.
Nella sua lunga carriera ha collaborato con tutti i più importanti attori italiani: Alberto Sordi, Totò, Aldo Fabrizi, Vittorio De Sica, Sophia Loren, Amedeo Nazzari, Marcello Mastroianni, Vittorio Gassman, Ugo Tognazzi, Adolfo Celi, Walter Chiari, Elsa Martinelli, Anna Magnani, Nino Manfredi, Paolo Villaggio, Monica Vitti, Enrico Montesano, Gigi Proietti, Gastone Moschin, Giancarlo Giannini, Giuliano Gemma, Stefania Sandrelli, Ornella Muti, Ivo Garrani
e Gian Maria Volonté.
I soliti ignoti (1958), La grande guerra (1959), L'armata Brancaleone (1966), I nuovi mostri (1977 - episodi Autostop e First Aid), Romanzo popolare (1974), i primi due capitoli della trilogia di Amici miei (1975, 1982), Il marchese del Grillo (1981), Speriamo che sia femmina (1986) sono solo alcuni film firmati dal maestro toscano.
Da non scordare i tanti premi, riconoscimenti e le onorificenze ottenute grazie alla sua grande capacità di raccontare storie.
Il 25 marzo 2010 ha partecipato all'evento Raiperunanotte, dove si esprime in modo molto critico nei confronti della società odierna.
Ormai minato da un cancro alla prostata in fase terminale, la sera del 29 novembre dello stesso anno Monicelli si suicida gettandosi dal quinto piano del reparto di urologia dell'Ospedale San Giovanni in Roma, dove era ricoverato.

... in quest'ultimo tuo gesto comprendo tutto il tuo male di vivere aggravato dagli anni e dalla malattia!

Ci mancherai tanto!
Ciao Mario!

lunedì 29 novembre 2010

Mourinho umiliato

29 novembre 2010 José Mourinho umiliato al Camp Nou da uno strepitoso Barcellona!!!
A fine partita l'allenatore portoghese esposne i propri pensieri in questo modo!
È la mia peggior sconfitta, non avevo mai perso 5-0, ma non è stata un’umiliazione.
Questa è una sconfitta molto facile da digerire e non avrà ulteriori conseguenze.
Perdere così è triste, ma non lascia l’amaro in bocca.
È una partita facile da commentare: una squadra ha giocato al massimo, l’altra molto male.
Una vittoria molto meritata e una sconfitta molto meritata.
Ma sono sicuro che il campionato sarà equilibrato fino alla fine: siamo a due punti dalla testa.
Ho già parlato con i giocatori e ho detto loro che il campionato non termina oggi.
Bisogna avere carattere e non buttarsi giù di morale.
Mi piacerebbe giocare già domani, mi dispiace dover aspettare sabato.
Mi aspettavo qualcosa in più dalla squadra e dai singoli, questo è ovvio.
Un paio di gol li abbiamo regalati, abbiamo rasentato il ridicolo …”.
Guardiola ha preparato il match ignorando Mourinho, mai un commento, mai un sussulto.
Mourinho dal canto suo ha più volte parlato, lamentandosi persino della scelta arbitrale, ma mentre Mou punzecchiava a modo suo e mentre Crisitiano Ronaldo si consacrava il più forte di tutti i tempi, Pep e Messi preparavano le loro pozioni per regalare uno degli spettacoli più belli andati in scena negli ultimi anni al Camp Nou, un tempo definito Camp Mou!
A fine gara Mou resta seduto in panchina, scuro in volto e a volte l’espressioni valgono più di mille parole, più di un gesto da copertina, più di un 5-0.
Per Mourinho questa sconfitta dovrebbe insegnargli ad essere più umile, dovrebbe insegnarli a lavorare pensando maggiormente alla gestione dei propri uomini e alle proprie risorse tecniche senza mai più attaccare verbalmente gli avversari e gli arbitri prima delle partite ... perchè le partite si vincono solo sul campo e se si vuole umiliare l'avversario è lecito farlo solamente dal punto di vista sportivo.

NanoWikileaks


L'imperdibile ritratto satirico dell'italico pagliaccio Silvio Berlusconi.
Dalle rilevazioni del sito Wikileaks hanno evidenziato un Berlusconi inetto, inefficiente,
inadatto a governare, vanitoso e sempre impegnato in orge notturne.
Inoltre gli "affari privati" tra Berlusconi e Putin e tra Berlusconi e Gheddafi hanno reso l'Italia poco credibile e debole nel panorama internazionale.
Ci voleva la numero 2 dell'ambasciata americana per farci scoprire chi è veramente il Nano di Arcore???

domenica 28 novembre 2010

Stragi impunite


Milano, Piazza Fontana, 12 dicembre 1969. 17 morti e 88 feriti.
Colpevoli: Ignoti.
La strage di piazza Fontana fu conseguenza di un grave attentato terroristico avvenuto il 12 dicembre 1969 nel centro di Milano, quando, alle 16:37, una bomba esplose nella sede della Banca Nazionale dell'Agricoltura in piazza Fontana, provocando la morte di diciassette persone ed il ferimento di altre ottantotto.
Per la sua gravità e rilevanza politica, tale strage ha assunto un rilievo storico primario venendo convenzionalmente indicata quale primo atto della strategia della tensione.
Una seconda bomba fu rinvenuta inesplosa nella sede milanese della Banca Commerciale Italiana, in piazza della Scala, furono fatti i rilievi previsti, e successivamente fu fatta brillare distruggendo in tal modo elementi probatori di possibile importanza per risalire all'origine dell'esplosivo e a chi avesse preparato gli ordigni.
Una terza bomba esplose a Roma alle 16:55 dello stesso giorno nel passaggio sotterraneo che collegava l'entrata di via Veneto con quella di via di San Basilio della Banca Nazionale del Lavoro, ferendo tredici persone.
Altre due bombe esplosero a Roma tra le 17:20 e le 17:30, una davanti all'Altare della Patria e l'altra all'ingresso del museo del Risorgimento, in piazza Venezia, facendo quattro feriti.
Si contarono dunque cinque attentati terroristici nel pomeriggio dello stesso giorno, concentrati, tra il primo e l'ultimo, in un lasso di tempo di soli 53 minuti, a colpire contemporaneamente le due maggiori città d'Italia, Roma e Milano.

Brescia, Piazza della Loggia. 28 maggio 1974. 8 morti e 102 feriti.
Colpevoli: Ignoti.

La Strage di Piazza della Loggia è stato un attentato terroristico compiuto il 28 maggio 1974 a Brescia, nella centrale Piazza della Loggia.
Una bomba nascosta in un cestino portarifiuti fu fatta esplodere mentre era in corso una manifestazione antifascista indetta dai sindacati e dal Comitato Antifascista con la presenza del sindacalista della CISL Franco Castrezzati, dell'on. del PCI Adelio Terraroli e del segretario della camera del lavoro di Brescia Gianni Panella.

Cielo tra Ustica e Ponza, 27 giugno 1980 ore 20:59. 81 (77 passeggeri e 4 membri dell'equipaggio).
Colpevoli: Ignoti.

Con strage di Ustica si indica il disastro aereo in cui persero la vita 81 persone nel cielo tra le isole di Ustica e Ponza, venerdì 27 giugno 1980, quando l'aereo di linea I-TIGI Douglas DC-9 appartenente alla compagnia aerea Itavia si squarciò in volo senza preavviso e scomparve in mare.
Dopo trent'anni di inchieste, molti aspetti di questo disastro non appaiono ancora chiariti.

venerdì 26 novembre 2010

Emilio Fido a schiaffi!

Martedì 23 novembre Emilio Fido è stato aggredito a pugni in mezzo ai commensali della Risacca 6, ristorante della centrale zona Monforte, dieci minuti dal Duomo.
Ad aggredire Fido è stato Gian Germano "Pippo" Giuliani, proprietario dell'omonima casa farmaceutica, quella dell'amaro medicinale.
La pietra dello scandalo è una ragazza, Ilenia, ex moglie di Giuliani, che Fede avrebbe incautamente presentato a Stefano Bettarini, ex calciatore ed ex di Simona Ventura anche se Emilio Fido ha detto di non sapere nulla al riguardo: "Non so nulla di storie sentimentali, Bettarini non ha certo bisogno che gli presenti io le donne. Se la conosce, avrà conosciuto da solo la signora Giuliani. Sono stato aggredito senza motivo da uno squilibrato".
La sera successiva, mercoledì 24 novembre, abbondantemente truccato Emilio Fido era regolarmente alla conduzione del suo Tg4 tanto da commentare la potesta degli studenti contro la riforma dell'università che si era svolta nelle stessa giornata.
Emilio Fido, forse ancora scosso dai pugni ricevuti e sotto l'azione degli analgesici prescritti dai medici ha dato il meglio di se sfoderando un’imperdibile cronaca dell’assalto al Senato da parte degli studenti in lotta: “che bisognerebbe menarli”.
Sembrerebbe che nel giro di 24 ore sia passato da vittima di percosse inudite, ingiuste ed immotivate ad incitatore di botte ingiustificate agli studenti che protestavano contro la riforma dell'università proposta dal ministro Gelmini.

Ma la cosa più grave e terribile mostrata da Emilio Fido è che ha lui ha goduto vedere gli studenti che manifestavano che venivano picchiati, malemenati, manganellati, torturati, arrestati dalle forze dell'ordine.

Povero Fede, forse ti hanno dato troppe poche poche botte da piccolo ed ecco cosa sei diventato: forte con i deboli, e debole contro i forti come dimostra il tuo caro Giuliani!!!

giovedì 25 novembre 2010

Travaglio ad Annozero il 25/11


1994 Forza Italia nomina Tiziana Maiolo presidente della Commissione Giustizia la quale propone di abolire la legge sui pentiti, il 416bis, il 41bis e la custodia cautelare.
Tiaziana Maiolo, Vittorio Sgarbi e deputati di FI vanno a visitare in carcere boss mafiosi (Piromalli, Mangano, ecc..).
Dalle reti Fininvest (Canale5, Rete4, Italia1) partono attacchi continui al pool di Caselli e contemporanee difese "d'ufficio" a imputati eccellenti come Andreotti, Contrada e dell'Utri.
Inoltre viene rinvenuto un pizzino nel quale la mafia chiede, in cambio di appoggio elettorale a FI, la disponibilità di una rete televisiva.
In caso di mancato rispetto delle proposte Provenzano minaccia di colpire Pier Silvio Berlusconi e Vito Ciancimino minaccia di parlare.
Inoltre è INCONFUTABILMENTE PROVATO che Berlusconi ha pagato le somme richieste da Cosa Nostra per allontanare le minacce della mafia stessa e senza mai denunciare niente alle forze dell'ordine.

mercoledì 24 novembre 2010

Berlusconi telefona a Ballarò


La solita spocchia televisiva del Premier Berlusconi che pensa sempre di aver ragione.
Berlusconi telefona a Ballarò confutando un servizio montato dalla redazione di Ballarò sull'emergenza rifiuti e mandato in onda in precendeza!
Il premier ha avuto tutto il diritto di intervenire per sostenere tutte le sue ragioni e la sua tesi su come era stato montato ad arte il servizio di Ballarò, ma come al solito il Cavaliere ha finito per sbroccare davanti all'idea di rispondere alle domande del conduttore Floris.
L'atteggiamento mostrato da Berlusconi è meramente assimilabile allo stile dei gerarghi del regime sovietico dove non era possibile avere un contradditorio con nessuno e a maggior ragione con i giornalisti e la stampa.
Anche se in questo caso si può anche supporre che il Premier abbia avuto anche ragione di intervenire per fornire la sua versione dei fatto, ma la sua volontà di voler apparire superiore a tutti e sopratutto di non voler accettare alcun tipo di contraddittorio lo spodesta della qualità di vincente.
Con la telefonata a sorpresa di martedì Berlusconi a mostrato tutta la sua fragilità politica e tutta la sua paura nel non confrontarsi in un dibattito pubbico su un tema di strettissima e gravissima attualità con il rischio di perdere ulteriormente gradimento nei confronti dei suoi elettori.
Proprio un momentaccio per il Berlusca!

martedì 23 novembre 2010

Crozza a Ballarò il 23/11


Uno fa il comico, studia le battute cerca di far ridere ... poi apre le agenzie e legge le dichiarazioni di Berlusconi che dice: "Ci vuole pià sobrietà!"
La causa delle dimissioni del Dalai Lama per la Teoria del Caos sono da imputare all'abbandono del Governo da parte dei finiani.
Ci sarà una farfalla a Pechino che sbattendo le ali impedisce a Berlusconi di dimettersi!!!
E in Giappone una sola battuta fuori luogo fatta da un ministro lo ha costretto alle dimissioni!
In Italia escort, scandali, gestacci in pubblico, figuracce e bestemmie non sono sufficienti per ottenere le dimissioni del Premier Berlusconi!
Da quando il figlio di Bossi si è messo a far politica il Papa ha detto che in certi casi particolari il preservativo può essere una soluzione.
La coppia De Sica e Sandro Bondi nell'attesissimo film di Natale: Vacanze a Pompei!

... se trovate una farfalla a Pechino ...schiacciatela!!!!

lunedì 22 novembre 2010

Corrado Guzzanti a Vieni via con me


Elenco delle battute scritte da lui (Corrado Guzzanti ndr) che probabilmente non aiuteranno questo programma, ma che aiuteranno ciascuno di noi!
Anche Bossi telefona alla questura, ma capiscono solo Mubarak.
Si chieda a Masi se sarebbe giusto privatizzare la Rai. Risponde: "'n' altra volta?"
Rutelli va ad un incontro con Fini e Casini ... gli danno un indirizzo sbagliato
Dubbi sulle elezioni regionali. Tra le tante firme raccolte a sostegno della lista Formigoni compare quella di Michael Jackson.
Nelle scuola italiane non c'è carta igienica. Il ministro Gelmini prega le mamme di mandare i bambini a scuola già defecati.
Berlusconi corrompe dei senatori ... "Mi hanno detto che erano maggiorenni"
Maroni vuole costringere le donne islamiche per farsi riconoscere a togliere il velo, Berlusconi per lo stesso motivo a togliere le mutande.
Scenata del ministro Bondi in un museo: "Dei vandali hanno squarciato un quadro di Fontana!"
Torna Pannella con un nuovo digiuno, ma ormani quando arriva fine mese la concorrenza è spietata.
Sulle emergenze il governo si confonde. Butta i manifestanti abruzzesi in una discarica e picchia a sangue i sacchi della monnezza.
Berlusconi: "scopo tutto il giorno, vi dà proprio fastidio se alla sera lavoro almeno un'oretta?"
Anche il ministro Brunetta indagato per gli scandali sessuali ... rinvenuto uno sgabello!
Fini ha compiuto la sua parabola. Era fascista. E' stato PostFascista. Ora tornando al Futurismo è Prefascista.
Il Pd è il primo partito in Italia ad usare le primarie ... e il primo partito al mondo che le perde.
L'anomalia storica della Fiat. Da sempre gli italiani li pagano le macchine e poi ... non le comprano!
La strategia di Tremonti per la crisi: "Prima risaniamo i conti e poi vediamo chi è rimasto vivo!"
Il Governo dei fatti ... catturato il pusher!
Polemica con l'Ue. Il ministro Gelmini proprone di lasciare i crocefissi e di togliere le scuole.
Università italiana. La Gelmini vuole aiutare la ricerca: "provate a rifare tutto il percorso all'indietro!"
Fuga di cervelli all'estero ... Gasparri si scorda il corpo qui!
Il Papa attacca i laici e poi si scusa: "avevo capito l'ici!"
Il partito democratico propone la sua legge elettorale: "alla francese, con sbarramento tedesco a due turni e supercazzola all'australiana come fosse antani!"
La camorra a Saviano: "la scorta ci impedisce un contraddittorio!"
Calderoli è stufo delle polemiche ed invade la Polonia.
Non abbiamo fatto la fine della Grecia. Non abbiamo fatto la fine del Portogallo e dell'Irlanda. Speriamo di non fare la fine dell'Italia!

Lo Stato non si processa

La Sintesi, gli approfondimenti, l'analisi, i commenti e le critiche di Marco Travaglio alle motivazioni della sentenza emessa il 29 giugno scorso con cui la Corte d'Appello di Palermo condanna a 7 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa il "senatore" Marcello Dell'Utri!
Nelle 641 pagine che motivano la sentenza di condanna per Dell'Utri il nome di Berlusconi compare circa 640 volte (ovvero in media quasi una volta per pagina) anche se il Premier in questo processo non era imputato.

Il punto principale da sottolineare è che tutto ciò che porta a ritenere che ci sia stato un patto politico mafioso alla base della nascita di Forza Italia e del voto che i mafiosi hanno dato per anni a Forza Italia NON viene preso in considerazione dai giudici palermitani al momento di emettere la sentenza a carico di Dell'Utri.
Le dichiarazioni di Spatuzza e di Massimo Ciancimino sono considerate inattendibili dai giudici delle Corte d'Appello di Palermo!
E' dimostrato che Dell'Utri ha avuto rapporti con la mafia fino al 1992!
E' dimostrato che Berlusconi ha pagato la mafia fino alla strage di Capaci!

venerdì 19 novembre 2010

Abbonarsi al FattoQuotidinaio - 2° puntata


La seconda puntata della campagna di abbonamento del Fatto Quotidiano!

giovedì 18 novembre 2010

Travaglio ad Annozero il 18/11

Bondi nel 2008 commissaria l'area archeologica di Pompei e la affida sotto il controllo della Protezione Civile.
La Corte dei dei Conti ha poi stabilito che non c'erano i presupposti per lo stato di emergenza e che quindi la Protezione Civile non aveva la competenza per salvaguardare il sito archeologico.
Da quando il sito archeologico è stato commissariato alla Protezione Civile ecco come sono state utilizzate le risorse:
- lo staff manageriale è passato da 5 a 12 addetti e le spese sono diventate da 200 mila a 800 mila euro
- 5 milioni per restaurare il Teatro Grande più del doppio del progetto della soprintendenza
- 12 mila euro per spostare 19 pali della luce
- 91 mila euro per diffondere musica dagli artoparlanti
- 185 mila euro per il Progetto Pompei Viva
- 547 mila euro per il Progetto Archeologia e Sinestesia
- 72 mila euro per l'Associazione Mecenate 90 di cui è presidente onorazio Gianni Letta
- 1700 euro per arredare l'ufficio del Commissario Marcello Fiori (fedelissimo di Bertolaso),
- 10 mila euro per arredare un altro ufficio del Commissario Marcello Fiori
- 1700 euro per la divisa dell'autista del Commissario Marcello Fiori
- 4000 euro per una parete attrazzata
- 1000 euro per sfoltire un pino
- 102 mila euro per catturare i cani randagi
- 149 mila euro lo stipendio del Commissario Marcello Fiori
In tutto questo spreco solo il 20% dei 60 milioni disponibili viene impiegato per la manutenzione.

Signor Ministro Bondi, nessuno le vuole dare tutta la colpa, ma non le è mai venuta in mente di aver sbagliato qualcosa???

I valori della sinistra


La sinistra è l'idea che se guardi il mondo con gli occhi dei più deboli puoi fare davvero un mondo migliore per tutti!
Abbiamo la più bella costituzione del mondo, la si difende ogni giorno.
Se troppi hanno troppo poco e pochi hanno troppo l'economia non gira perchè l'ingiustizia fa male all'economia.
Nel mercato ci non devono essere monopoli, corporazioni e posizioni di dominio.
I beni non alienabili sono la salute, l'istruzione e la sicurezza in quanto devono essere garantiti a tutti.
Il lavoro è la dignità di una persona!
Chiamare flessibilità la PRECARIETA' è un insulto ed allora un'ora di lavoro precario non può costare meno di un'ora di lavoro stabile.
Chi non paga le tasse mette le mani nelle tasche di chi è più povero di lui.
Calpestare la dignità della donna equivale a umiliare l'intero paese.
Il rispetto dell'ambiente e un'utilizzo delle energie rinnovabili devono essere il paradigma per il futuro in modo da garantire un modo più pulito alle future generazioni.
Le politiche immigratorie devono essere sensibili e garantiste all'integrazione nella società per evitare i rischi di emarginazione, di segregazione e di discriminazione razziale.
Assoluta libertà di scelta delle terapie nei casi di FINE-VITA per evitare inutili e sofferenti accanimenti terapeutici che possano togliere dignità al malato.
Chi si ritiene di sinistra deve tenere vivo il sogno di un mondo in pace, senza odio, senza violenza, combattendo contro la pena di morte e la tortura.
Chi si ritiene un progressista deve battersi per combattere ogni illegalità che sia dell'uomo sulla donna, del più forte sul più debole, di chi ha potere su chi non ce l'ha e prendere la parte di chi ha meno forza e meno voce.

mercoledì 17 novembre 2010

Inception Berlusconi


AUTORI: Giancarlo Fontana e Giuseppe G. Stasi

AVVERTENZA
Benché dopo appena 30 secondi diventi palese, gli autori assicurano che questo cortometraggio è dall'inizio alla fine una commedia surreale e che, come tale, non va preso sul serio.
Insistere - com'è consuetudine delle forze politiche della II Repubblica - sul fatto che opere simili possano essere potenzialmente incendiarie e provocatorie, significa fraintendere le intenzioni ed emettere un giudizio inopportuno.
Pertanto, prima che pensiate che quanto vedrete possa nuocere a qualcuno o che addirittura infonda odio bolscevico, rammentate che il Paese in cui viviamo appartiene in egual misura ai santi e ai buffoni, e che questo brevissimo film, al di là dei suoi contenuti deliberatamente fittizi, conserva nella forma la sincerità dirompente della satira e della parodia, le uniche speranze di un popolo malandato come il nostro.

martedì 16 novembre 2010

Cetto Laqualunque


L'elenco delle cose che ho fatto e di cui vado più orgoglioso.
Mi son battuto per liberare del carcere presunti mafiosi, ho dato un modesto aiutino per latitante in proprio fino ad arrivare ad ottenere lo splendido indulto per parenti, amici e associazioni di categoria.
Ho offerto un posto di lavoro per ogni voto ricevuto
Ho fatto approvare leggi per rendere edificabili zone ad alto rischio idrogeologico.
Ho trovato la soluzione difinitiva per liberare i rifiuti che invadono le strade: lo evito!
Ho fatto assumere 58 portaborse per 11 consiglieri.
Abbiamo rilanciato il sud con l'autostrada Salerno Reggio Calabria: 20 milioni per 1 km di autostrata e per fare un km ci abbiamo messo 30 anni.
Il ponte sullo stretto: abbiamo posato la prima pietra ... acnhe se era già l'11° prima pietra!
Rivoluzione del settore trasporti: l'auto blu per tutti!

L'elenco delle cose per cui il nostro paese non può essere considerato un paese civile: la vergogna.
Incendi boschivi: Pilu e cemento armato vanno di pari passo.
Meritocrazia: mia moglie non può fare l'ingegnere del ponte (di Messina ndr) perchè ha solo la terza media.
I prezzi della politica: non posso pagare per un accoppiamento 7 mila euro, bisogna abbassare le tariffe (delle escort ndr)

L'elenco delle cose che non ho ancora fatto e che mai farò:
Non ho mai pagato le tasse.
Non ho mai rispettato l'avversario politico.
Non ho mai rispettato il codice della strada.
Non ho mai fatto la raccolta differenziata.
Non ho mai costruito con permessi edilizi.

Libertè, Legalitè, e ... 'n tu culu a te, 'n tu culu a te e a te!!!

Bobbo Saviano sei giovane ... pensa al Pilu!

Crozza a Ballarò il 16/11


La satira di Maurizio Crozza genovese parte dall'apparizione di Bersani e Fini entrambi ospiti a Vieni via con me il programma di Fabio Fazio e Roberto Saviano.
Riassunto brevemente il panorama politico di settimana scorsa:
Fini ha chiesto le dimissioni di Berlusconi da Presidente del Consiglio
Berlusconi ha chiesto le dimissioni di Fini da Presidente della Camera.
... e Calderoli non sapendo cosa fare a chiesto le dimissioni di Montezemolo dalla Ferrari e lo scioglimento dei box.

Presenti in studio e punzecchiati dal comico genovese la Finocchiaro e Gasparri.

lunedì 15 novembre 2010

Aveva ragione Grillo

Speriamo che la Corte Costituzione dichiari incostituzionale il legittimo impedimento il prossimo 14 dicembre!
Cosi se dovesse cadere il Governo del Nano di Arcore e si verificasse l'incostituzionalità dell'ennesima legge ad personam a favore del Cavaliere, Berlusconi non avrebbe più alibi per non recarsi in tribunale per rispondere dei gravissimi reati di cui è accusato: corruzione giudiziaria (caso Mills), falso in bilancio (Mediaset), frode fiscale (Mediatrade), appropriazione indebita senza contare le indagini che si stanno svolgendo nelle procurre antimafia (rivelazioni di Massimo Ciancimino e di sua madre e il processo a carico del "senatore" Dell'Utri).
L'eliminazione dell'Ordine dei Giornalisti? Sarebbe ora che si facesse!
In questo modo si eliminerebbe un cartello che controlla la libera circolazione delle notizie ormai detenenuta sotto una morsa stretta dalle varie lobbies economico-politiche.
Tutti dovrebbero essere giornalisti di se stessi, come sostiene da anni il comico Beppe Grillo e se questa proposta proviene proprio da un comico significa che in Italia abbiamo toccato proprio il fondo e se consideriamo che il nostro presidente del consiglio detiene/controlla più del 20% dei media del nostro sistema informativo vuol dire che da 20 anni stiamo raschiando il fondo!
E' arrivato il momento di eliminare questa lobby di bugiardi dell'informazione!
Bisogna far circolare tutte le notizie e non solo quelle che fanno comodo a chi è al governo (che sia di destra o di sinistra il discorso non cambia).
Per capire meglio il nostro paese bisogna garantire uno dei capisaldi della democrazia: informazione libera, trasparente ai cittadini, indipendente dai centri di potere e di interesse, senza padroni, accessibile a tutti, senza corporazioni che impediscono la corretta circolazione e divulgazione delle notizie!!!

Viva Beppe Grillo!
Viva l'informazione libera!
Viva l'articolo 21 della Costituzione Italiana!
Viva l'Italia!

Aung San Suu Kyi


Il primo discorso di Aung San Suu Kyi dopo esser stata liberata dagli arresti domiciliari che la detenevano rinchiusa in casa da 7 anni.
Aung San Suu Kyi è una politica birmana, attiva da molti anni nella difesa dei diritti umani sulla scena nazionale del suo Paese, devastato da una pesante dittatura militare.
Si è imposta come leader del movimento non-violento, tanto da essere insignita del premio Nobel per la pace nel 1991.
Numerosi in tutto il mondo gli auguri pervenuti a Aung San Suu Kyi birmana e proprio ieri Roberto Baggio, ritirando il World Peace Award 2010 a Hiroshima, ha dedicato il premio alla leader birmana inviandole un messaggio di incoraggiamento per continuare la lotta per i diritti civili.
Assolutamente da leggere, imparare e divulgare tutta la sua vita e che possa essere da esempio per tutti noi nei problemi quotidiani.
La speranza che nel mondo ci siamo molte e tante altre persone forti e carismatiche come Aung San Suu Kyi che, capaci di sensibilizzare la società moderna, riescano a migliorare il nostro mondo ormai cancrenizzato al solo obiettivo del profitto selvaggio prevaricando le popolazioni più deboli ed indifese privandole dei diritti fondamentali per vivere una vita dignitosa.
Da Aung San Suu Kyi è doveroso imparare che NON bisogna MAI perdere la SPERANZA!

domenica 14 novembre 2010

La Seconda Repubblica


Le date della storia della Seconda Repubblica.
L'avvento di Berlusconi e le sue torbide vicende.

A Roberto Baggio il World Peace Award 2010

Il summit mondiale dei premi Nobel per la Pace ha assegnato il World Peace Award 2010 a Roberto Baggio.
Baggio ha ricevuto il premio dalle mani di Frederik Willem De Clerk ed è stato premiato con la seguente motivazione: "Per i suoi contributi alle organizzazioni di beneficenza in tutto il mondo, oltre ai finanziamenti agli ospedali, per il terremoto di Haiti e per il suo impegno per la libertà di Aung San Suu Kyi".
Il “World Peace Award è il premio che ogni anno viene assegnato da tutti i Nobel per la pace alla personalità che più si è impegnata verso i più bisognosi.
in passato il prestigioso riconoscimento era stato assegnato a Annie Lennox, Bono, George Clooney, Don Cheadle, Peter Gabriel, Bob Geldof, Cat Stevens e a Roberto Benigni.
L'ex campione di calcio ha letto il discorso di “ringraziamento” davanti al Dalai Lama, Mairead Corrigan Maguire, Mohamed El Baradei, Jody Williams Shirin Ebadi.
E’ meglio del Pallone d’Oro, lo dividerò con il mio Veneto colpito dall’alluvione

sabato 13 novembre 2010

La parola maledetta: Povertà

Edmondo Berselli autore postumo del saggio L'economia giusta un piccolo saggio scritto sulle macerie dell'ultimo imbroglio liberista.
L'autore inizia la sua critica economica analizzando parallelamente il Manifesto del Partito Comunista scritto da Karl Marx e Friedrich Engels tra il 1847 e 1848 e la Rerum Novarum l'enciclica sociale promulgata il 15 maggio 1891 da Papa Leone XIII con la quale per la prima volta la Chiesa cattolica prese posizione in ordine alle questioni sociali ed in particolare alla questione operaia contro l'usura divoratrice degli ingordi speculatori (i capitalisti ndr).
Del resto, ricorda Berselli nel suo saggio, che fu proprio Papa Wojtyla a sostenere che ci son grani di verità disseminati nell'ideologia marxista, quasi che il capitalismo nato e cresciuto
nel mondo occidentale potesse essere definito come un'eresia cristiana destinata a persistere dell'ingiustizia verso i deboli.
Ingiustizia che è anche alla base della grave crisi economica dei nostri giorni e figlia della distribuzione fallimentare di ricchezza a vantaggio dei (pochi) ricchi e a sfavore dei (tanti) poveri.

Alle promesse illusorie del liberismo, uno dei capisaldi del capitalismo selvaggio, attualmente non sembrano esistere alternative credibili.
Restano i tentatvi virtuosi di distribuire le risorse in modo equo dell'economia sociale di mercato dal democristiano Konrad Adenauer e come sosteneva Papa Wojtyla nella sua enciclica Laborem exercens del 1981 che bisogna confrontarsi con un futuro che vedrà una diminuzione o una crescita meno rapida del benessere materiale per paesi più sviluppati, una profezia della retorica della crescita.

Vista la crescita economica esponenziale dei paesi emergenti quali Cina, India e Brasile l'Europa non potrà che essere sottomessa e schiavizzata da un superpotere anomimo e remoto.
Per sopravvivere oggi e ricominciare un domani dovremo imparare da subito a razionalizzare le risorse!

Travaglio sulla NEOlingua berlusconiana

Sono 16 anni che domina la vita politica e non ha lasciato nessuna traccia positiva!
Noi siamo liberali ... Berlusconi liberale??
Noi moderati ... Belpietro moderato??
L'opposizione una volta era un valore democratico, oggi uno che protesta viene immediatamente inquadrato come un terrorista estremista antiberlusconiano, oggi uno che va in piazza a fischiare diventa uno squadrista!!

La riforma della giustizia? Non c'è nessuna riforma, c'è solo un cittadino che non si vuol far processare.
Berluconi utilizza un'istituzione pubblica come se fosse un consiglio di amministrazione di azienda privata di sua proprietà per emanare decreti e proporre leggi per NON farsi processare, in quanto è pienamente convinto che se si facesse processare verrebbe sicuramente condannano perchè colpevole!!
E quindi con questa nuova NEOlingua la prescizione diventa assoluzione!!

Lo scontro di idee è una delle basi per la demorazia.
Se tu racconti un fatto ci deve essere qualcuno che racconta il contrario, ma la la la par condicio e il contradditorio si fanno sulle idee e non sulle notizie.
La truffa della guerra: siamo l'unico paese al mondo che sta combattendo una guerra (afghanistan) e la chiama pace e quando ci sono i caduti che ritornano li dobbiamo chiamare eroi!

Viviamo in un mondo alla rovescia ... PAROLE NEOSANTE!!!

venerdì 12 novembre 2010

Travaglio ad Annozero il 11/11/10


Tutti voglio salire sulla barca di Futuro e Libertà che tra poco salperà verso l'isola della democrazia antiberlusconiana e della legalità!
In questo clima di fuggi fuggi generale il Ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla e il Ministro "Pinocchio" per la Semplificazione Normativa Roberto Calderoli cercano di piazzare gli ultimi e disperati colpi dell'ormai derelitto Governo Berlusconi cercando di avvantaggiare o di salvare dai guai giudiziari amici e simpatizzanti politici prima che Berlusconi cada definitivamente.
In questo clima caotico, nel quale non si riesce a capire il vero dal falso e viceversa, l'IdV ha presentato una mozione di sfiducia nei confronti del Ministro leghista Calderoli per aver mentito al Parlamento in occasione di un'interpellanza, nella speranza che questi neo-legalitari di Futuro e Libertà sappiano fare opposizione a Berlusconi.
Intanto sul caso Ruby sono stati smentiti dalla pm minorile Annamaria Fiorillo il Ministro dell'Interno Roberto Maroni e il Procuratore di Milano Edmondo Brutti Liberati in quanto avevano garantito che l'affidamento alla Minetti della giovane marocchina era stato regolare.
In questo caotico clima vero-falso la Bombiani ha pubblicato i Diari del Duce ... proprio quei diari comprati da Marcello Dell'Utri e considerati da tutti gli storici come ... falsi!!!

giovedì 11 novembre 2010

Estate di San Martino

San Martino viene festeggiato l'11 novembre.
L'estate di san Martino è il nome con cui viene indicato un eventuale periodo autunnale in cui, dopo le prime
gelate, si verificano condizioni climatiche di bel tempo e relativo tepore.
Tradizionalmente durante questi giorni si aprono le botti per il primo assaggio del vino novello, che solitamente
viene abbinato alle prime castagne.
Questa tradizione è celebrata anche in una famosa poesia di Giosuè Carducci intitolata appunto San Martino

«La nebbia a gl'irti colli
Piovigginando sale,
E sotto il maestrale
Urla e biancheggia il mar;

Ma per le vie del borgo
Dal ribollir de' tini
Va l'aspro odor de i vini
L'anime a rallegrar.

Gira su' ceppi accesi
Lo spiedo scoppiettando:
Sta il cacciator fischiando
Su l'uscio a rimirar

Tra le rossastre nubi
Stormi d'uccelli neri,
Com'esuli pensieri,

Nel vespero migrar.
»

Abbonarsi a Il Fatto Quotidiano


Donne e Uomini, Anziani e Giovani, Credenti e Agnostici, Belli e Brutti, Alti e Bassi, di destra di sinistra e astensionisti incalliti, c'è una azione buona e giusta che sarebbe gradita che facciate tutti!
No, non sto vi sto ricordando di pagare le tasse e neanche di rispettare le leggi e soprattutto la costituzione!

Vi sto invitando semplicemente di abbonarvi al quotidiano Il Fatto Quotidiano!
Un giornale vero, libero, indipendente, senza padroni, senza paura, senza lobby da difendere!
Un giornale scritto per i cittadini che vogliono essere informati su quello che succede veramente in Italia e nel mondo!

mercoledì 10 novembre 2010

Spot PRO-Eutanasia


Eutanasia letteralmente buona morte deriva dal greco ευθανασία ed è composta da ευ- bene e da θανατος, morte.
Per molti questo termine viene associato al suicido per altri è sinonimo di liberazione.
La Chiesa è contraria ad ogni forma d'eutanasia, mentre incoraggia il ricorso alle cure palliative
e ritiene moralmente accettabile l'uso di analgesici, per trattare il dolore, anche qualora comportino l'accorciamento della vita del paziente.
Per la religione cattolica l'eutanasia è un assimilabile ad reato tanto che chi ne fa riscorso non ha diritto al funerale.
Il governo italiano è allineato con il pensiero della chiesa.

Per i malati terminali, ossia per tutte quelle persone che non hanno alcuna speranza di guarire, che condividono ogni giorno con il dolore fisico dato dalla malattia, con il dolore dovuto
dall'impotenza delle cure mediche di guarire il male, con il dolore famigliare di saper di perdere gli affetti nel breve termine la'eutanasia rappresenta l'unica soluzione per uscire da questo perenne e degenerativo stato di dolore.
Non dico che ne che sia una scelta moralmente giusta o sbagliata, ma per chi soffre sarebbe degno aver almeno una possibilità di scelta.

Crozza a Ballarò il 09/11


Ecco le migliori battute sparate da Maurizio Crozza nella puntata di Ballarò di martedì 9 novembre.
Chi stacca la spina al governo Berlusconi? eh staccate sta spina!!!
Bossi che fa il mediatore? ... non so ... è come se Cassano facesse il gran cerimoniere a Buckingham Palace!
In Veneto piove talmente tanto che oggi il Premier, in visita nei luoghi colpito dall'alluvione, ha chiesto di incontrare Miss Maglietta Bagnata.
Momentaccio per Silvio Berlusconi: in pochi giorni è passato dalla posizione del Missionario a quella del Dimissionario!

Un anno di blog

Ecco i risultati dopo il primo anno di Blog.
Totale post: 310
Visite totali: 5191
Top Blogs Wikio: 5307

martedì 9 novembre 2010

Le proprietà di Berlusconi


Eccolo eccolo l'estratto più divertente del monologo di Benigni di lunedì 8 novembre a Vieni via con me!
La Quintessenza della satira politica concentrata in soli 3 minuti scarsi per evidenziare in rima cantata la massima espressione del berlusconismo che ha invaso prima la politica italiana e poi la società civile.
I suoi numerosi conflitti di interessi sommati alla valanga di leggi ad personam che si è fatto per avvantaggiarsi sia economicamente che giudiziariamente sono le fondamenta del sistema che Berlusconi ha introdotto nel mondo politico, tanto da trasformare prima la sua leadership in Forza Italia in un suo fortino corazzato e poi la presidenza del consiglio in un suo regno sovrano.
Tutto è suo e tutto gli è concesso ... e se qualcuno prova a muovere anche solo una timida critica nei suoi confronti il Nano Arconiano gli getta una colata immensa di fango infamante per mano dei giornali di proprietà della sua famiglia.

Benigni a Vieni via con me


Il genio della risata, il nobel della satira politica.
Non un semplice clown della risata, ma un arguto ed inarrivabile narratore del nostro tempo.
Mai una battuta banale, mai fuori luogo, mai offensiva!
Rispettoso di tutto e di tutti.
Si fa capire, ascoltare ed amare da più grandi ai più piccoli, dai più colti ai meno.
Attore, regista, cantautore, cantante, poeta, drammaturgo capace di far ridere con le sue
intelligenti battute e di commuovere trasformando i suoi sentimenti in parole intrise d'amore e dolcezza.

Un tuttofare miracoloso che lunedì nella trasmissione di Fabio Fazio e Roberto Saviano Vieni via con me ha dato ancora una volta il meglio di sè ... ammutolendo attraverso l'analisi dei dati di ascolto chi storceva il naso in Rai per non volerlo.

Grazie Roberto!

lunedì 8 novembre 2010

I ratti che scappano dalla nave

Siamo agli sgoccioli di questo governo.
Berlusconi è tenuto sotto scacco da Fini.
Tutti i possibili pronostici e le varie prospettive politiche se docesse cadere il Gorverno Berlusconi.
Le incongruenza e le contraddizioni nella campagna di acquisizione per la composizione del nuovo partito di Fini.
Fini deve essere chiaro e corente nell'evangelizzare il suo antoberlusconismo di destra.

sabato 6 novembre 2010

Il passato ... e il futuro

Il passato era pieno di menzogne!
Eravamo governati da politici senza scrupoli che pensavano solo ai propri interessi personali.
Il loro principale obiettivo era di arricchirsi alle spalle dei propri cittadini.
Erano diventati a raccontare le bugie tanto che gli italiani pensavano che i politici lavoravano ogni giorno per risolvere i problemi degli italiani.
La nostra classe dirigente, sia di destra che di sinistra, si affrontava nei vari talk show armata di menzogne diffamanti, di attacchi villipendiosi, di asti e odii reciproci per affossare e ridicolizzare gli avversari.
Si stava combattendo una guerra politica e tutti ne erano coinvolti.

Ma tutto un giorno cambiò ... e tutto cambio radicalmente!
Il nostro futuro dopo il 2012 ebbe una svolta memorabile e tutte le ingiustizie morirono di colpo.

venerdì 5 novembre 2010

Berlusconi e il SUO fango mediatico

Mentre le cronache sono invase dai continui scandali sessuali e processuali del Premier Silvio Berlusconi l'Italia soffoca nei propri problemi quotidinai.
Una regione intera come la Campania soffocare sempre di più nell'immondizia.
Il Veneto è devastato da una pioggia autunnale inconsueta che allaga la pianuta devastanto l'agricoltura locale, allagando interi paesi e interrompendo le principali vie di comunicazione.
A Massa, i Toscana, una frana rovina su alcune case uccidendo 2 persone.
A seguito di questi eventi recentissimi posto il seguente video estrapolato dal Congresso della Direzione Nazionale del Pdl svoltosi a Roma giovedì 4 novembre dove il leader Berlusconi aveva dichiarato quanto segue:
Berlusconi si lamenta del fango mediatico che gli viene sparato addosso sia dalla sinistra, che incapace di rovesciare la coalizione del centrodestra lo calunnia e lo attacca attraverso i media, sia dalla magistratura politicizzata che lo perseguita da anni in processi farsa.
Il disguto verso questa persona cresce ogni giorno e man mano che passa il tempo appare sempre più chiaro che a Berlusconi non interessi un beneamato di risolvere i problemi dei propri cittadini di quelli che secondo lui gli hanno conferito il potere e la fiducia per governare.
Al premier interesse "governare" solo per farsi scudo dei propri innumerevoli problemi giudiziari.
Lamentarsi del fango mediatico sparato addosso dai propri rivali politici a pochi giorni dai fatti che la cronaca ci ha raccontato mi sembra un accostamento proprio di basso profilo.
Il fango vero uccide le persone, mentre il fango di cui si lamenta il Premier uccide solo le coscienze di chi lo ha votato!

giovedì 4 novembre 2010

Travaglio ad Annozero il 04/11


In questa società piena di leggi e di divieti l'unico che riesce a vivere, a lavorare, a delinquere e a divertirsi in maniera super partes è sempre il nostro Premier Silvio Berlusconi.
Lui è una sorta di monopolista della libertà che, incaricato a governare dal suo popolo, si sente sempre giustificato a comportarsi come vuole in barba alle leggi, alla costituzione e alla regole della morale della società.
Il nuovo scandalo che vede con lui protagonista la minorenne marocchina Ruby ne è la prova lampante e ancora una volta dimostra che in Italia non c'è giustizia per tutti e che le leggi non valgono ugualmente per tutti.
La controprova di tutto questo, come saprientemente ci ricorda Travaglio al termine del suo intervento, sono o casi di Stefano Cucchi e di Federico Androvandi, che non avendo alcun appoggio amico dall'esterno della questura, sono stati massacrati di botte.
Cucchi picchiato dagli agenti del penitenziario e lasciato agonizzante per diversi giorni prima di morire mentre il secondo ammazzato a manganellate dagli agenti di polizia che lo avevano fermato per un controllo.
Ma questo elenco di morti ammazzati per non aver avuto un aiuto benevolo da alcuno non si ferma certo a questi due ragazzi...ce ne sono molti di più!

mercoledì 3 novembre 2010

Berlusconi e le donne


Il problema non è che a Berlusconi piacciono le donne, quante gliene piacciono, quante se ne porta a letto, quante se ne porta a casa e che cosa ci fa.
Il problema è come questi comportamenti influenzano la sua condotta pubblica, e noi vediamo che questo personaggio passa metà del suo tempo a fare queste cose e l'altra metà del suo tempo a coprire quello che ha fatto, con Previti, Dell'Utri, Mills, Mangano, ma anche con minorenni, prostitute, papponi, spesso collegati a traffici di droga, vedi il caso Tarantini.
L'unica cosa che non fa è governare, dopodiché ci racconta che per poter governare bisogna liberarlo dai processi.
Insomma, non credo che occorra essere di sinistra per capire che un Paese come l'Italia, messo com'è l'Italia, non conviene essere governato da una persona che per metà del tempo va a puttane e per l'altra metà cerca di coprire il fatto che va a puttane.

Commento tratto dalla puntata di Passaparola di lunedì 1 novembre.

martedì 2 novembre 2010

Crozza a Ballarò il 02/11


Una delle più belle copertitne di Ballarò!!!
Tutte le incongruenze del caso Ruby raccontate in chiave comica da Maurizio Crozza.
"L'italia è un paese per comici"

Nichi Vendola - Teatro della virilità


Niki Vendola, Governatore della Pulia, invia questa videolettera al Premier Silvio Berlusconi dopo che questi ha dichiarato all'inaugurazione del salone del ciclo e motociclo alla Fiera di Milano-Rho la seguente frase omofoba: "Meglio guardare le ragazze che essere gay".
Qui non si tratta di scandalizzarsi o meno di fronte alla nuova uscita del Premier.
Qui bisogna domandarsi seriamente se Silvio Berlusconi sia in grado di rappresentare e guidare il Governo italiano di fronte ai suoi numerosi scandali giudiziari e alle sue numerose dichiarazioni senza stile istituzionale che rilascia senza minima vergogna e contegno!
Il Premier Berlusconi ormai abituato ai vari Lodi e leggine ad Personam confezionate su sua misura ormai si aggira per l'Italia con il suo alone di impunità controllato, protetto e continuamente difeso dalla sua immensa schiera di angeli e arcargeli.
Il potere berlusconiamo si fonda anche su quella cerchia di pidiellini, di ministri fedelissimi e di giornalisti padronali che prontamente son in grado di coprire, difendere, derubricare e occultare servilmente tutte le malefatte del proprio capo arconiano!
Ma quando gli italiani riusciranno a capire da chi son governati?

lunedì 1 novembre 2010

Porcate private, pubbliche menzogne


Nella puntata Passaparola di lunedì 1 novembre Marco Travaglio parla del modus operandi di Berlusconi sopratutto alla luce delle nuove notizie sul caso di Ruby.
Domanda: perché è considerata un'emergenza, per Berlusconi, che Ruby sia finita in questura?
Evidentemente sia Michelle sia Ruby sanno che quel fermo potrebbe provocare dei gravi pregiudizi al presidente del Consiglio, perché evidentemente Ruby, finita sotto il controllo della Polizia, potrebbe raccontare delle cose che non bisogna sapere.
E quali sono queste cose?
Sono cose che attengono alle feste che Berlusconi ha tenuto presso la sua villa ad Arcore?
E perchè Berlusconi avrebbe questo interesse a tenere sotto la "sua" protezione proprio questa ragazza?
Oppure c'è altro che il Premier non vorrebbe che si divulgasse?
Che premura ha avuto Berlusconi per telefonare (o a far telefonare) alla questura di Milano per far rilasciare Ruby adducendo ad una bugia assurda: "è la nipote di Bubarak!"

Azz ... ancora e ancora una volta che il Premier infanga il ruolo del Capo del Governo con i suoi sporchi affari privati!
Siamo in uno Stato di Diritto dove la magistratura è un potere dello Stato e non può prendere ordini da altri poteri, e la questura non è un potere dello Stato.

Indro Montanelli su Silvio Berlusconi

La verità di Montanelli sulla fine del rapporto con Berlusconi.


Indro Montanelli profetizza il "Berlusconismo"!


Indro Montanelli censurato da RAI3 parla di Berlusconi.


Montanelli difende Berlusconi, ma sentenzia che "sono gli italiani che vogliono un regime"!


Montanelli e il futuro dell'Italia e degli italiani!


Montanelli chiama in diretta in Rai e ringrazia Travaglio mentre fa a pezzi Feltri!

La Pace

La pace che sgorga dal cuore
e a volte diventa sangue,
il tuo amore
che a volte mi tocca
e poi diventa tragedia
la morte qui sulle mie spalle,
come un bambino pieno di fame
che chiede luce e cammina.
Far camminare un bimbo è cosa semplice,
tremendo è portare gli uomini
verso la pace,
essi accontentano la morte
per ogni dove,
come fosse una bocca da sfamare.
Ma tu maestro che ascolti
i palpiti di tanti soldati,
sai che le bocche della morte
sono di cartapesta,
più sinuosi dei dolci
le labbra intoccabili
della donna che t'ama.


(a Enrico Baj)

di Alda Merini