Fabri Fibra in Vip In Trip, Controcultura (2010)

Più vuoi e meno avrai, più dai e meno prendi
Prima lo si impara, poi "Pa pa para para pa pa para"
Più sogni e meno fai, più fai e meno sogni
Prima lo si impara, poi "Pa pa para para pa pa para"
Rapper italiani che "Perepè qua qua, qua qua perepè"
Politici italiani che "Perepè qua qua, qua qua perepè"
________________________________________________________________

PROPOSTE di RIFORME STRUTTURALI per l'ITALIA

1) Legge contro i conflitti di interessi del Premier vs Riforma giustizia.

2) Legge Anticorruzione per garantire legalità in Parlamento vs Lodo Alfano.

3) Nuova Legge Elettorale e ritorno alle preferenze per la scelta dei candidati.

4) Incentivare le aziende a produrre in Italia invece di delocalizzare all'estero.

5) Incentivare gli investimenti esteri in Italia.

6) Banda Larga e Wifi Libero vs Grandi Opere (Tav e Ponte sullo stretto).

7) Ricerca e Incentivi pubblici per le Energie Rinnovabili vs Centrali nucleari.

8) Liberalizzazione effettiva dei servizi pubblici (trasporti, energie, telecomunicazioni, ecc..).

9) Maggiori contributi statali alle Università Pubbliche.

10) Creazione di Centri di Eccellenza per la Ricerca Scientifica di Base con incentivi per i finanziamenti privati.

_______________________________________________________________________________________

Il nostro bel paese!

Media largamente controllati dal nuovo Duce; magistratura sotto attacco; organi di garanzia, a cominciare dalla stessa Presidenza della Repubblica per passare dall'Agicom, intimiditi; università private di fondi e sottoposte a uno scandaloso bombardamento denigratorio ... le cupe prospettive di un paese sull'orlo della dittatura!!!
Questo NON è il quadro politico di un paese sudamericano, ma è la situazione attuale della nostra Italia!!!
Nel nostro bel paese si sta a poco consolidando un nuovo regime autoritario che si sta consolidando attraverso
il raggiugimento dei seguenti obiettivi:
1) la concentrazione del potere nelle mani di una sola personalità politica, cioè quella del premier;
2) la verticalizzazione del potere che si sta seminando anche per la stagione del post Berlusconi;
3) il lavoro che si sta compiendo per arrivare ad un Capo dello Stato eletto dal popolo e ad un Parlamento ratificatore dei voleri della maggioranza;
4) l'eliminazione dei contrappesi costituzionali;
5) continuo ricorso dal governo alla Fiducia per la votazione delle Leggi alla Camera e al Senato con la conseguente rinuncia al dibattito e al confronto parlamentare con l'opposizione
6) la distruzione dell'indipendenza della magistratura e la modifica della Corte costituzionale perché sia sempre più politicizzata, come del resto il Csm;
7) il controllo quasi integrale dei mezzi di comunicazione e applicazione della censura sui talk-show ritenuti "dannosi" per il premier.
8) privatizzazione di tutto ciò che è rimasto di pubblico: la difesa e la sicurezza del Paese, l'acqua, la protezione civile e soprattutto il saper.
______________________________________________________________________

giovedì 18 novembre 2010

Travaglio ad Annozero il 18/11

Bondi nel 2008 commissaria l'area archeologica di Pompei e la affida sotto il controllo della Protezione Civile.
La Corte dei dei Conti ha poi stabilito che non c'erano i presupposti per lo stato di emergenza e che quindi la Protezione Civile non aveva la competenza per salvaguardare il sito archeologico.
Da quando il sito archeologico è stato commissariato alla Protezione Civile ecco come sono state utilizzate le risorse:
- lo staff manageriale è passato da 5 a 12 addetti e le spese sono diventate da 200 mila a 800 mila euro
- 5 milioni per restaurare il Teatro Grande più del doppio del progetto della soprintendenza
- 12 mila euro per spostare 19 pali della luce
- 91 mila euro per diffondere musica dagli artoparlanti
- 185 mila euro per il Progetto Pompei Viva
- 547 mila euro per il Progetto Archeologia e Sinestesia
- 72 mila euro per l'Associazione Mecenate 90 di cui è presidente onorazio Gianni Letta
- 1700 euro per arredare l'ufficio del Commissario Marcello Fiori (fedelissimo di Bertolaso),
- 10 mila euro per arredare un altro ufficio del Commissario Marcello Fiori
- 1700 euro per la divisa dell'autista del Commissario Marcello Fiori
- 4000 euro per una parete attrazzata
- 1000 euro per sfoltire un pino
- 102 mila euro per catturare i cani randagi
- 149 mila euro lo stipendio del Commissario Marcello Fiori
In tutto questo spreco solo il 20% dei 60 milioni disponibili viene impiegato per la manutenzione.

Signor Ministro Bondi, nessuno le vuole dare tutta la colpa, ma non le è mai venuta in mente di aver sbagliato qualcosa???

I valori della sinistra


La sinistra è l'idea che se guardi il mondo con gli occhi dei più deboli puoi fare davvero un mondo migliore per tutti!
Abbiamo la più bella costituzione del mondo, la si difende ogni giorno.
Se troppi hanno troppo poco e pochi hanno troppo l'economia non gira perchè l'ingiustizia fa male all'economia.
Nel mercato ci non devono essere monopoli, corporazioni e posizioni di dominio.
I beni non alienabili sono la salute, l'istruzione e la sicurezza in quanto devono essere garantiti a tutti.
Il lavoro è la dignità di una persona!
Chiamare flessibilità la PRECARIETA' è un insulto ed allora un'ora di lavoro precario non può costare meno di un'ora di lavoro stabile.
Chi non paga le tasse mette le mani nelle tasche di chi è più povero di lui.
Calpestare la dignità della donna equivale a umiliare l'intero paese.
Il rispetto dell'ambiente e un'utilizzo delle energie rinnovabili devono essere il paradigma per il futuro in modo da garantire un modo più pulito alle future generazioni.
Le politiche immigratorie devono essere sensibili e garantiste all'integrazione nella società per evitare i rischi di emarginazione, di segregazione e di discriminazione razziale.
Assoluta libertà di scelta delle terapie nei casi di FINE-VITA per evitare inutili e sofferenti accanimenti terapeutici che possano togliere dignità al malato.
Chi si ritiene di sinistra deve tenere vivo il sogno di un mondo in pace, senza odio, senza violenza, combattendo contro la pena di morte e la tortura.
Chi si ritiene un progressista deve battersi per combattere ogni illegalità che sia dell'uomo sulla donna, del più forte sul più debole, di chi ha potere su chi non ce l'ha e prendere la parte di chi ha meno forza e meno voce.