Fabri Fibra in Vip In Trip, Controcultura (2010)

Più vuoi e meno avrai, più dai e meno prendi
Prima lo si impara, poi "Pa pa para para pa pa para"
Più sogni e meno fai, più fai e meno sogni
Prima lo si impara, poi "Pa pa para para pa pa para"
Rapper italiani che "Perepè qua qua, qua qua perepè"
Politici italiani che "Perepè qua qua, qua qua perepè"
________________________________________________________________

PROPOSTE di RIFORME STRUTTURALI per l'ITALIA

1) Legge contro i conflitti di interessi del Premier vs Riforma giustizia.

2) Legge Anticorruzione per garantire legalità in Parlamento vs Lodo Alfano.

3) Nuova Legge Elettorale e ritorno alle preferenze per la scelta dei candidati.

4) Incentivare le aziende a produrre in Italia invece di delocalizzare all'estero.

5) Incentivare gli investimenti esteri in Italia.

6) Banda Larga e Wifi Libero vs Grandi Opere (Tav e Ponte sullo stretto).

7) Ricerca e Incentivi pubblici per le Energie Rinnovabili vs Centrali nucleari.

8) Liberalizzazione effettiva dei servizi pubblici (trasporti, energie, telecomunicazioni, ecc..).

9) Maggiori contributi statali alle Università Pubbliche.

10) Creazione di Centri di Eccellenza per la Ricerca Scientifica di Base con incentivi per i finanziamenti privati.

_______________________________________________________________________________________

Il nostro bel paese!

Media largamente controllati dal nuovo Duce; magistratura sotto attacco; organi di garanzia, a cominciare dalla stessa Presidenza della Repubblica per passare dall'Agicom, intimiditi; università private di fondi e sottoposte a uno scandaloso bombardamento denigratorio ... le cupe prospettive di un paese sull'orlo della dittatura!!!
Questo NON è il quadro politico di un paese sudamericano, ma è la situazione attuale della nostra Italia!!!
Nel nostro bel paese si sta a poco consolidando un nuovo regime autoritario che si sta consolidando attraverso
il raggiugimento dei seguenti obiettivi:
1) la concentrazione del potere nelle mani di una sola personalità politica, cioè quella del premier;
2) la verticalizzazione del potere che si sta seminando anche per la stagione del post Berlusconi;
3) il lavoro che si sta compiendo per arrivare ad un Capo dello Stato eletto dal popolo e ad un Parlamento ratificatore dei voleri della maggioranza;
4) l'eliminazione dei contrappesi costituzionali;
5) continuo ricorso dal governo alla Fiducia per la votazione delle Leggi alla Camera e al Senato con la conseguente rinuncia al dibattito e al confronto parlamentare con l'opposizione
6) la distruzione dell'indipendenza della magistratura e la modifica della Corte costituzionale perché sia sempre più politicizzata, come del resto il Csm;
7) il controllo quasi integrale dei mezzi di comunicazione e applicazione della censura sui talk-show ritenuti "dannosi" per il premier.
8) privatizzazione di tutto ciò che è rimasto di pubblico: la difesa e la sicurezza del Paese, l'acqua, la protezione civile e soprattutto il saper.
______________________________________________________________________

lunedì 20 dicembre 2010

Minority Gasparri


Ignazio La Russa (PdL), giovedì scorso, si è scagliato ed insultato gli studenti presenti ad Annozero che stavano spiegando le ragioni del proprio dissenso nei confronti della riforma Gelimini.
La reazione scomposta e fuori luogo del Ministro della Difesa è sembrata perfino premeditata in quanto gli studenti non hanno mai fatto riferimento alle forze polizia, mentre il ministro inveendo contro di loro teorizzava anche una fantascientifica ipotesi di apologia di reato in quanto i ragazzi no avevano esplicitamente condannato la violenza!
Il Ministro dell'Interno Roberto Maroni (Lega) e il sindaco di Roma Gianni Alemanno (PdL) i quali hanno dichiarato di estendere la zona rossa per non far avvicinare gli studenti e quindi di "prevenire" eventuali scontri nel centro di Roma.
Il Ministro della Giustizia Angelino Alfano (PdL) ha invece mandatato gli ispettori del proprio ministero al Tribunale di Roma per cercare di capire come mai il G.I.P. avesse concesso gli arresti domiciliari a solo uno dei giovani fermati (quello con la pala) e soprattutto perché avesse deciso di scarcerare gli altri a 22.
Poi il sottosegretario all’interno, Alfredo Mantovano (PdL), ha proposto di applicare la Daspo anche per le manifestazioni di piazza in modo da prevenire probabili scontri isolando persone che in passato si erano già dimostrare violente durante le manifestazioni: proposta efficace in teoria, ma inapplicabile nel concreto!
Infine il capogruppo del PdL al Senato, Maurizio Gasparri, va oltre la proposta del sottosegretario riportando all'attenzione i fatti del 7 aprile 1979, ovvero: arrestare preventivamente quelle persone che pensiamo che potrebbero commettere atti di violenza o commettere reati in piazza!

Perché fanno queste proposte?
Semplicemente perché stanno soffiando sul fuoco, stanno cercando l’incidente!
Stanno eccitando gli animi, stanno provocando apertamente i manifestanti e di qui a mercoledì di provocazioni ne arriveranno altre!
Chi contesta il governo deve sapere quello che da lui si aspetta il governo mercoledì e cioè si aspetta casino, sprangate, sampietrini, devastazioni, feriti, possibilmente feriti, meglio ancora se succede ancora di più grave, questa è l’aspettativa di questo governo!
Quindi chi vuole fare un favore al governo mercoledì, non ha che da darsi alla violenza e chi si darà alla violenza, sa che sta letteralmente accontentando i Gasparri, i La Russa, gli Alfano, i Maroni, i Mantovano e tutti quelli che in questi giorni hanno, con queste provocazioni puramente parolaie, inapplicabili nei fatti, eccitato gli animi.

L' articolo di Michele Ainis (costituzionalista a Roma Tre)
" ... una politica, una classe dirigente, una generazione di governo che ha bisticciato con la nuova generazione e allora mostra i muscoli non avendo altro da mostrare!"

La proposta di Travaglio per mercoledì: "Una protesta pacifica contro la Gelmini, con la Costituzione in mano!"