Fabri Fibra in Vip In Trip, Controcultura (2010)

Più vuoi e meno avrai, più dai e meno prendi
Prima lo si impara, poi "Pa pa para para pa pa para"
Più sogni e meno fai, più fai e meno sogni
Prima lo si impara, poi "Pa pa para para pa pa para"
Rapper italiani che "Perepè qua qua, qua qua perepè"
Politici italiani che "Perepè qua qua, qua qua perepè"
________________________________________________________________

PROPOSTE di RIFORME STRUTTURALI per l'ITALIA

1) Legge contro i conflitti di interessi del Premier vs Riforma giustizia.

2) Legge Anticorruzione per garantire legalità in Parlamento vs Lodo Alfano.

3) Nuova Legge Elettorale e ritorno alle preferenze per la scelta dei candidati.

4) Incentivare le aziende a produrre in Italia invece di delocalizzare all'estero.

5) Incentivare gli investimenti esteri in Italia.

6) Banda Larga e Wifi Libero vs Grandi Opere (Tav e Ponte sullo stretto).

7) Ricerca e Incentivi pubblici per le Energie Rinnovabili vs Centrali nucleari.

8) Liberalizzazione effettiva dei servizi pubblici (trasporti, energie, telecomunicazioni, ecc..).

9) Maggiori contributi statali alle Università Pubbliche.

10) Creazione di Centri di Eccellenza per la Ricerca Scientifica di Base con incentivi per i finanziamenti privati.

_______________________________________________________________________________________

Il nostro bel paese!

Media largamente controllati dal nuovo Duce; magistratura sotto attacco; organi di garanzia, a cominciare dalla stessa Presidenza della Repubblica per passare dall'Agicom, intimiditi; università private di fondi e sottoposte a uno scandaloso bombardamento denigratorio ... le cupe prospettive di un paese sull'orlo della dittatura!!!
Questo NON è il quadro politico di un paese sudamericano, ma è la situazione attuale della nostra Italia!!!
Nel nostro bel paese si sta a poco consolidando un nuovo regime autoritario che si sta consolidando attraverso
il raggiugimento dei seguenti obiettivi:
1) la concentrazione del potere nelle mani di una sola personalità politica, cioè quella del premier;
2) la verticalizzazione del potere che si sta seminando anche per la stagione del post Berlusconi;
3) il lavoro che si sta compiendo per arrivare ad un Capo dello Stato eletto dal popolo e ad un Parlamento ratificatore dei voleri della maggioranza;
4) l'eliminazione dei contrappesi costituzionali;
5) continuo ricorso dal governo alla Fiducia per la votazione delle Leggi alla Camera e al Senato con la conseguente rinuncia al dibattito e al confronto parlamentare con l'opposizione
6) la distruzione dell'indipendenza della magistratura e la modifica della Corte costituzionale perché sia sempre più politicizzata, come del resto il Csm;
7) il controllo quasi integrale dei mezzi di comunicazione e applicazione della censura sui talk-show ritenuti "dannosi" per il premier.
8) privatizzazione di tutto ciò che è rimasto di pubblico: la difesa e la sicurezza del Paese, l'acqua, la protezione civile e soprattutto il saper.
______________________________________________________________________

lunedì 27 dicembre 2010

Le bande dei mona


Roberto Calderoli, il Ministro per la Semplificazione Normativa, è proprio un vero bugiardo!
Se non bastavano gli attributi negativi che aveva collezionato precedentemente in occasione di uscite sconclusionate, razziste e psicotiche questa volta si è anche meritato il titolo di imbroglione!
Il ministro ha intenzionalmente e consapevolmente abolito il decreto del 14 febbraio 1948 N. 43, ovvero il decreto che puniva con il carcere da 1 a 10 anni chiunque promuove, costituisce, organizza o dirige associazioni di carattere militare, le quali perseguono anche indirettamente scopi politici e si organizzano per compiere azioni di violenza o minaccia.
In poche parole il ministro leghista ha cancellato di netto il reato di banda armata per fini politici per salvare dal processo, in corso a Verona, dei dirigenti della Lega accusati di aver fondato 14 anni fa le Camice verdi, un’organizzazione paramilitare, con finalità politiche!
Il Ministro Calderoli ha poi dovuto spiegare in un'interpellaza parlamentare i motivi dell'assurda cancellazione della norma del 1948 dopo che l'opinione pubblica si era indignata a fronte della pubblicazione di un articolo de Il Fatto che aveva reso pubblica la vicenda.
Il ministro ha fornito ragioni assolutamente false cercando di addebitare le colpe ad altri!
Calderoli ha mentito di fronte al Parlamento ... quello stesso Parlamento che poi lo ha salvato dalla sfiducia (promossa dall'IdV) pur sapendo che Calderoli aveva veramente mentito!
Le prove evidenti e oggettive che non lasciano spazio ad interpretazioni che il Ministro sia un vero ballista ci sono!

Calderoli e simili (vedi Gasparri) che pontificano contro il ritorno agli anni 70, hanno abolito un reato fondamentale per punire eventuali comportamenti tipo anni 70.
Calderoli e simili (vedi Gasparri) che vogliono la galera per gli studenti hanno abolito la galera per le bande paramilitari, per salvare dalla galera i loro amichetti della Guardia nazionale padana.

Le bande dei mona sul Il Fatto Quotidiano.
Le bande dei mona su Il Blog di Beppe Grillo.